Acos, oggi si conclude la festa per i primi quarant'anni

Acos, oggi si conclude la festa per i primi quarant’anni

NOVI LIGURE. Oggi pomeriggio, alle 17,30, al Museo dei Campionissimi, ci sarà la celebrazione ufficiale del quarantesimo anniversario della nascita di Acos, l’azienda novese che gestisce l’erogazione di acqua e gas in tutto il novese. All’appuntamento saranno presenti il sindaco di Genova, Marco Doria, docente della Facoltà di Economia, sezione di Storia economica dell’Università di Genova; Roberto Bazzane, presidente di Federutility, e di Iren S.pA, Genova; Paolo Romano, presidente di Confservizi -Piemonte, oltre naturalmente al presidente e dell’amministratore delegato di Acos rispettivamente Roberto Rossi e Mauro D’Ascenzi. L’evento di questo pomeriggio è la parte finale di un lungo percorso di manifestazioni che si sono organizzate durante tutto il 2012.1 festeggiamenti del quarantesimo, infatti, sono iniziati lo scorso maggio con Impianti Aperti, il tradizionale appuntamento di primavera al parco di Bettole al quale partecipano ogni anno migliaia di studenti e cittadini. A settembre è seguita la festa per l’intitolazione del Parco di Bettole ad Armando Pagella e Bruno Bottazzi, i due personaggi simbolo della nascita di Acos.Sempre a settembre si è svolto “Noviscienza”,il festival della scienza che ha richiamato oltre quattromila studenti, ed è stata «l’occasione per un investimento sociale – dice Roberto Rossi – sulle nuove generazioni, aprendo loro una finestra sulle sfide scientifiche e tecnologiche e sulle opportunità di lavoro da cogliere consapevolmente». Oggi si riscopriranno le radici che hanno proiettato Acos nel futuro. Mauro D’Ascenzi, infatti, presenterà il video inedito: “Armando Pagella, sindaco di Novi Ligure dal 1963 al 1985 e Bruno Bottazzi Presidente Amgas dal 1972 al 1985, Fondatori dell’Azienda”. Un omaggio, quindi, ai padri fondatori; una eccezionale carrellata storica di testimonianze inedite, sorprendenti, a volte curiose, spesso toccanti, dalla viva voce di operai, tecnici e amministratori. «Un “come eravamo” incredibilmente lungimirante – sottolinea Mauro D’Ascenzi – grazie alle intuizioni e alla sensibilità di uomini come Pagella e Bottazzi». Il futuro, le prospettive sociali ed eco-nomiche delle aziende pubbliche saranno oggetto di una lectio magistralis tenuta da Marco Doria.

M. PER.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest