Acos Spa: conti in crescita del 32%, rinnovato il cda

Acos Spa: conti in crescita del 32%, rinnovato il cda

MARZIA PERSI, NOVI LIGURE.

L’esercizio 2010 di Acos spa, la società che eroga acqua e gas nel novese, chiude con un incremento del 32%. Il valore della produzione (ricavi della gestione caratteristica), infatti, si è attestato a 12.559.000 euro contro il dato del 2009 di 9.482.000 di euro. Acos spa assicura il vettoriamento del gas e, tramite la controllata Acos Energia Spa, anche la vendita del gas in 23 Comuni, mentre in altri 25 Comuni opera, sempre attraverso la controllata, la sola vendita del gas. In questo contesto operativo il margine lordo del 2010 è quantificato in 3.328.000 di euro contro 2.952.000 euro del 2009 (+12,74%), l’utile lordo (risultato prima delle imposte) è stato di 2.015.000 di euro contro il corrispondente valore dello scorso anno, pari a 1.179,000 euro. L’utile netto di 1.191.000 di euro (nel 2009 di 500.000 euro) è stato così ripartito: 59.530 euro alla riserva legale, 802.000 euro alla riserva facoltativa ed 328.383 euro distribuito agli azionisti, confermando il dividendo di un euro azione, come per il 2009. Disarticolare rilievo la partita degli investimenti che nel 2009 si quantificavano in 764.000 euro e salgono invece nel 2010 a 2.934.000 euro. Tale incremento è ascrivibile alla nuova attività nel campo del fotovoltaico dove Acos ha attivato ben 18 nuovi impianti, in gran parte al servizio di Enti locali, con una produzione complessiva di energia pari a un Megawatt. Nell’assemblea degli azionisti di Acos spa che ha approvato il bilancio si è dato conto, altresì, al quadro di insieme delle società partecipate e controllate, dal quale risulta un fatturato complessivo di 86.932.000 euro, investimenti per 8.700.000 euro e un numero di dipendenti pari a 336 unità; mentre le società del Gruppo (Acos spa Acos Energia spa., Acosì Sri, Acos Ambiente Sri, AquariumS.S.D.pA, Gestione Acqua spa) registrano un margine operativo lordo di 9.373.000 euro contro il dato del 2009 di 6.801.000 euro (incremento di oltre il 37%). L’utile lordo di 5.079.000 euro (2.573.000 euro nel 2009) e un utile netto di 2.935.000 euro (1.130.000 euro nel 2009). Un quadro di insieme ritenuto dai soci particolarmente interessante, soprattutto se rapportato ad una realtà dell’economia del Paese, capace di rappresentare nel territorio nel quale Acos S.p A opera un punto solido di riferimento per i fondamentali servizi ai cittadini che assicura, dal punto di vista economico e occupazionale, una presenza significativa nel tessuto industriale. Questo è l’ultimo bilancio approvato dal presidente Camillo Acri, infatti, l’assemblea ha nominato, nella stessa seduta, il nuovo consiglio di amministrazione che è così composto: Roberto Rossi (presidente), Paolo Reppetti, Mauro D’Ascenzi, Renato Staiti, Alessio Butti, Antonio Andreotti. Il socio di maggioranza, il Comune di Novi Ligure, nella persona del sindaco, cui spetta la designazione dell’amministratore delegato, ha inteso indicare, al nuovo consiglio, il nominativo di Mauro D’Ascenzi a conferma dei risultati conseguiti in questi anni dalla società.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest