Acos Spa, nel 2013 l'utile netto a 1,1 milioni di euro

Acos Spa, nel 2013 l’utile netto a 1,1 milioni di euro

NOVI LIGURE.

È stato approvato, ieri pomeriggio, il bilancio 2013 di Acos S.p A, società che eroga acqua potabile e gas in tutto il novese. Il patrimonio netto complessivo della società am-monta a 32.595.147 euro (nel 2012 era di euro 31.818.916). L’incremento annuo si attesta a 776.231 euro, ed è dovuto ad un contenimento dei costi e a un miglioramento gestionale complessivo. Il valore della produzione di Acos è pari a 4.267.872 euro. L’utile ante imposte ammonta ad euro 1.141.606, mentre l’utile netto è pari ad euro 1.104.615.Nella stessa sede sono stati anche presentati i dati salienti del bilancio consolidato del gruppo relativo alle società Acos Energia S.pA, Acos Reti Gas S.r.L, Gestione Acqua S.pA, Acosì S.r.L, Acos Ambiente S.r.l. e Aquarium S.S.D.p A, che registrano un giro di affari complessivo di 93.704,438 euro per il 2013.11 patrimonio netto complessivo si attesta per l’esercizio di riferimento a 35.013.419 euro (nel 2012 era di 32.809.450 euro).L’utile lordo del consolidato ammonta ad euro 6.849.397, mentre quello netto è pari a 2.972.648 euro. Ad illustrare l’andamento finanziario bell’azienda che, fino ad oggi, ha permesso al Comune di Novi di ottenere degli utili, solitamente l’importo incassato da Palazzo Palla-vicini è di circa 300 rhila euro, è stato l’amministrare delegato del gruppo, Mauro D’Ascenzi. Per continuare a garantire l’assistenza e un rapporto diretto tra azienda e cliente, il gruppo ha deciso di ampliare la propria sede di corso Italia. L’anno passato ci è stato un interessamento da parte di Acos verso l’ex asilo di viale della Rimembranza, di proprietà del Comune che ha messo il bene in locazione. Al momento non si hanno ancora notizie sull’avvio dei lavori di ristrutturazione dell’edificio, ma non si esclude che il cantiere dì lavoro possa partire entro l’anno. Quello di ieri è anche l’ultimo bilancio del presidente Roberto Rossi. Il consiglio di amministrazione di Acos presieduto da Rossi, infatti, decade in concomitanza con la fine della legislatura. Quindi in pratica dalla prossima settimana dovrebbe esserci un nuovo cda. Il sindaco Rocchino Muliere ha, però, chiesto una proroga, così anche per il Consorzio intercomunale tra-sporti), quindi molto probabilmente solo a settembre sarà nominato il nuovo presidente del gruppo.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest