Acqua d'oro, critiche in piscina

Acqua d’oro, critiche in piscina

Novi ligure. Acqua minerale dei distribu­tori automatici troppo cara ed assenza dei contenitori per la raccolta differenziata dei rifiu­ti, sono gli argomenti che han­no attirato critiche alla piscina comunale all’aperto di Novi. Ad esternarle, l’altro pomerig­gio, è stato il coordinatore del Pdl a Novi, Bruno Ferretti: «Nel frequentare come molti concittadini la piscina comu­nale scoperta in questi caldi giorni di inizio luglio, abbiamo rilevato alcuni aspetti della ge­stione di questo servizio che. non condividiamo. In primo luogo, a bordo piscina e nei pressi del bar non ci sono i con­tenitori per la raccolta diffe­renziata a disposizione dei bagnanti: un’evidente contraddi­zione tra quanto Comune e Acos impongono ai cittadini per aumentare la percentuale di ri­fiuti differenziati (obiettivo che noi condividiamo, nell’in­teresse nostro e delle genera­zioni future), e quanto invece succede nell’ambito di un ser­vizio da loro gestito come quel­lo della piscina. Per quanto riguarda la distribuzione auto­matica delle bevande (che è ri­masta la sola possibile alternativa rispetto all’unico bar rima­sto aperto all’interno della pi­scina), le “classiche” bottigliette d’acqua vengono vendute a 60 centesimi l’una, un costo doppio rispetto ai 30 centesimi richiesti da altri per bottigliette di uguale volume, contenen­ti acqua di pari o superiore qualità, come anche il caffè venduto a 70 centesimi, un co­sto doppio rispetto ai 30/35 centesimi richiesti da altri ge­stori di questo genere di distri­buzione».«Non si capisce aggiunge Bruno Ferretti come mai tutte le domeniche Un bar interno alla struttura apra un ora dopo l’apertura della piscina. Restia­mo in attesa dei necessari in­terventi per avere una gestione della piscina meno dirigista, più coerente con ciò che gli stessi Comune ed Acos richie­dono ai novesi e più orientata a considerare il cittadino come cliente da soddisfare e non co­me un portafogli da spreme­re». La mancanza di contenitori perla raccolta differenziata dei rifiuti è resa ancor più evidente dal fatto che il gruppo Acos, tra le sue attività, oltre ad interes­sarsi della piscina con Aquarium, ha anche la raccolta dei rifiuti con Acos ambiente.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest