Agli impianti Acos la Festa dell'acqua e dell'ambiente

Agli impianti Acos la Festa dell’acqua e dell’ambiente

NOVI LIGURE. Per quattro giorni, il parco degli impianti di Acos spa sito alla frazione Bettole, sarà protagonista della consueta festa dell’acqua che, però, quest’anno, sarà anche dell’ambiente. All’interno del programma, infatti, oltre alle tradizionali iniziative ricreative e sportive, c’è uno spazio dedicato alla raccolta differenziata, servizio che dal luglio scorso è gestito da Acos Ambiente, un ramo all’interno di Acos spa. La festa dell’Acqua e dell’Ambiente si aprirà domani, alle 17, con il convegno dal titolo: “Problematiche ambientali e l’importanza della raccolta differenziata” che si terrà nella casetta prefabbricata che si trova all’interno del parco di Bettole. Inoltre Acos Ambiente proporrà ai bambini un gioco sulla raccolta differenziata dei rifiuti. Il gioco è semplice i bimbi sono invitati a portare, nei giorni della festa, quindi il 31 maggio, 1,2,3 giugno, un rifiuto simbolico (lattina, bicchiere di carta, giornale…) e poi a metterlo nel contenitore giusto (è stato ricavato all’interno del parco uno spazio ad hoc sulla raccolta rifiuti), ogni piccolo ospite riceverà un omaggio. «Con la gestione della raccolta rifiuti -dice Camillo Acri, presidente di Acos spa – la nostra azienda si è presa un impegno con la cittadinanza importante. Quello dei rifiuti è un problema molto delicato, noi impegniamo risorse tecniche ed umane affinché il servizio sia efficiente, ma fondamentale è la collaborazione dei cittadini». Attualmente Acos Ambiente è impegnata in undici comuni del Novese, dal prossimo anno saranno 12 perché sarà inglobato anche Pozzolo Formigaro per un totale di 60 mila abitanti. «Già con l’introduzione delle nuove batterie di cassonetti – puntualizza Gianni Coscia, presidente di Acos Ambiente – la percentuale di differenziata in città è aumentata, progressivamente toglieremo in tutta la città i vecchi cassonetti dell’indifferenziata e attueremo in ogni parte di Novi il porta a porta per due frazioni di rifiuto: l’organico e l’indifferenziato». L’incontro di giovedì 31 maggio sarà occasione ulteriore per spiegare a tutti i cittadini come avviene il nuovo servizio e quali gli obiettivi da raggiungere. MARZIA PERSI

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest