Al via il piano energetico cittadino

Al via il piano energetico cittadino

Gino Fortunato

Parte il Piano energetico di Novi con l’in­stallazione dei pannelli fotovoltaici sui tetti degli edifici comunali di Novi, a cura di Acos Energia. Il progetto esecutivo è in fase di elabora­zione e nei prossimi giorni sarà sottoposto all’esame della Giunta, mentre .a breve sarà approvato anche il Piano energetico comuna­le che pur applicandosi ai Comuni superiori ai 50 mila abitanti, l’amministrazione novese ne ha redatto ugualmente uno molto partico-lareggiato, al fine di tamponare le situazioni di criticità economica delle casse comunali. “Novi ha predisposto un piano energetico volto essenzialmente al contenimento delle spese di energia elettrica – dice l’assessore ai Lavori Pubblici, Enzo Garassino – e con l’in­stallazione dei pannelli fotovoltaici a costo ri­dottissimo grazie alla partnership con l’Acps, si avvia in città, di fattoci! Piano energetico comunale (Pec). Infatti da una prima analisi dei dati relativi ai consumi energetici e di ac­qua riferiti agli stabili di proprietà comunale degli ultimi anni, ci è parsa subito evidente la possibilità di effettuare grandi economie, mediante interventi puntuali di risanamento energetico. Oltre ai grossi risparmi che ot­terremo grazie ai pannelli Acos, il Comune intende lanciare un preciso messaggio alla cittadinanza sulle politiche ambientali e di gestione del patrimonio pubblico”. Il progetto di “pannellare” alcuni edifici comunali è quindi mirato a ottenere energia elettrica gratuita per queste strutture, men­tre il gestore (in questo caso l’Acos) avrà un buon margine di guadagno grazie agli incen­tivi statali che assegnano finanziamenti per ogni Kilowatt prodotto. Gli edifici interessati sono: le scuole elementari Pascoli e Rodari, il museo dei Campionissimi. L’asilo Aquilone (ex Isola dei bambini di viale Pinan Cichero), l’asilo ‘Terracini” nel quartiere G3, l’istituto scolastico Boccardo in via Ferrando Scrivia e le scuole Doria in viale Aurelio Saffi. È stato stimato che i pannelli permetteranno una po­tenza totale di 422,7 Kwp che permetteranno la produzione di oltre 454 mila Kwh che sa­ranno in grado di alimentare il 90% di questi sette edifici. La durata della concessione è fissata in 20 anni, con decorrenza dalla data di assegna­zione della rete al distributore. “Il Piano energetico novese – conclude Ga­rassino – è uno strumento indispensabile e per noi sarà una traccia di lavoro per i pros­simi anni. È in grado di offrire una fotografia della situazione della città per approntare il programma di risparmio ambientale e una migliore efficienza energetica. Inoltre grazie a questo Pec potremo eseguire un bilancio su tutti i gas emessi in atmosfera nei vari settori, compresi gli edifici privati, l’industria, l’agri­coltura e la viabilità”.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest