Allarme sui cedimenti della fognatura storica

Allarme sui cedimenti della fognatura storica

GINO FORTUNATO, NOVI LIGURE.

Il crollo della fognatura di via Baiardi, l’altro giorno, che ha riguardato 8 metri di strada, si è rivelato più serio di quanto ipotizzato in un primo momento. Il sopralluogo effettuato ieri dall’ufficio tecnico comunale e dal personale dell’Acos, ha portato a un’ordinanza del sindaco per la chiusura della via al transito almeno sino a sabato alle 17,30. Il tratto coinvolto dal crollo è compreso tra i giardini pubblici e le elementari Pascoli, fra gli incroci con corso Italia e via Cavallotti. Il provvedimento si è reso necessario per permettere i lavori di ripristino della fognatura e del manto stradale interessato dal cedimento. Dai primi accertamenti è emerso che a cedere è stato il voltino del tratto di fognatura storica, costruito tra la fine dell’800 e i primi del ‘900. Un tipo di costruzione definita per le sue caratteristiche «napoleonica». Questo ha fatto collassare una parte della strada di oltre 2 metri. I lavori prevedono la sostituzione della porzione caduta con una tubazione in cemento. E’ un intervento straordinario prioritario che farà slittare di un paio di giorni i lavori di messa in sicurezza in corso a Palazzo Peloso nelle cui strade adiacenti è già stato vietato il traffico. Pertanto non si potrà circolare nel tratto fra via Roma, piazza Carenzi e via Paolo Giacometti. Questi lavori dovrebbero essere ultimati entro martedì pomeriggio. Nei prossimi giorni sono previsti sopralluoghi per valutare se anche in altre zone della città, soprattutto nel centro storico, possano sussistere problemi di cedimento della fognatura storica.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest