Ampliamento discarica, si' all'impatto ambientale

Ampliamento discarica, si’ all’impatto ambientale

NOVI LIGURE. L’ampliamento della discarica in strada Vecchia per Bosco Marengo, ovi sarà sottoposto a Valutazione di impatto ambientale. La ha deciso la Provincia dopo la richiesta dell Srt, Società pubblica per il recupero e il trattamento dei rifiuti. Il progetto prevede la realizzazione di un nuovo lotto, il numero 6, per il conferimento di rifiuti solidi non pericolosi, diviso in due differenti settori di coltivazione, che si appoggeranno alla vasca ormai colma e sulla quale è già in atto una piantumazione. Il nuovo deposito sarà suddiviso in due lotti: lotto. 6. 1 e lotto 6. 2 di circa 18. 500 metri quadrati l’uno. L’area destinata a discarica occupa una superficie di 250 mila metri quadrati ed è così suddivisa: i comparti 1, 2, 3 e 4. 1 sono esauriti ed attualmente in fase di gestione post-operativa, il comparto 4. 2 è in fase di chiusura, mentre l’esaurimento del lotto 5 è previsto tra il 2009 e il 2010, e proprio perché anche il lotto 5 è in via di esaurimento è necessario un ampliamento della discarica in esercizio per garantire continuità nello smaltimento dei rifiuti. Nelle vasche dimesse sarò eseguito un intervento di naturalizzazione, con piantumazione di alberi ed arbusti così da creare una collina verde e portare il sito ad un riequilibrio ambientale. Dove non sono presenti le piante, ovvero nella parte centrale delle vasche dove viene seminata solo dell’erba, si realizzeranno impianti fotovoltaici. «Questa è per ora un’ipotesi perseguibile» dice Oreste Soro, presidente del Csr (consorzio servizio rifiuti) -. È stata già provata in altri luoghi e ha fun-zionato molto bene. Prossimamente la Regione Piemonte ha intenzione di finanziare progetti di questo genere perché è stato provato che rappresentano il modo migliore per utilizzare in maniera corretta le vasche delle discariche oggi non più utilizzabili. » MARZIA PERSI

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest