Apre il nuovo centro rifiuti servirà undici Comuni

Apre il nuovo centro rifiuti servirà undici Comuni

MARZI A PERSI, NOVI LIGURE.

Aprirà i battenti,in zona Cipian, il prossimo 6 novembre il centro di-raccolta rifiuti. Il centro sarà aperto tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 e sarà presidiato da un operatore che si occuperà della manutenzione e del controllo dei conferimenti da parte dei cittadini-L’utilizzo del centro è riservato ai residenti dei Comuni di Arquata, Basaluzzo, Capriata, Castellazzo Bormida, Francavilla Bisio, Fresonara, Novi, Pastura, Predosa, Serravalle e Tassarolo. Nella futura isola ecologica potranno essere conferiti diversi materiali tra i quali imballaggi di carta e cartone, vetro, batterie, piccoli quantitativi di materiale inerti (mezzo metro cubo a settimana), neon, frigoriferi, oli minerali e vegetali, toner esauriti, legno, apparecchiature elettriche ed elettroniche, pile, farmaci e in-gombranti.«L’apertura di questo centro di raccolta – dice il sindaco Lorenzo Robbiano – è un passo avanti importante. Pensiamo sia lo strumento necessario per incrementare la quota di differenziata in città». Il Csr (Consorzio servizio rifiuti) ha investito circa 2 milioni di euro nella raccolta differenziata. «Si tratta di una cifra importante – sottolinea Oreste So-ro, presidente del Csr – ma riteniamo che oggi più che mai il rifiuto debba diventare una risorsa». Già dal 2006 quando venne costituita Acos Ambiente, società in seno ad Acos spa, oggi confluita in Gestione Ambiente che raggruppa tutte le società che si occupano del ritiro dell’immondizia nel basso Alessandrino, gli amministratori avevano deciso di realizzare cinque centri di raccolta: tre sono stati già aperti e si tratta di Predosa, Castellazzo e Francavilla, il quarto a Novi, il quinto sorgerà ad Arquata «A Novi è prevista – spiega Gianni Coscia, presidente di Ge-stione Ambiente – accanto al centro anche un’area per piccole lavorazioni». Secondo i dirigenti di Csr e Gestione Ambiente il centro porterà ad un grosso recupero di materiale.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest