Arquata: omaggio al varietà televisivo

Arquata: omaggio al varietà televisivo

Quarto spettacolo stasera alle 21 del cartellone Tealtro, la rassegna di teatro di base che si tiene al Giacometti di Novi (ex Ilva). L’appuntamento è con un’istituzione cittadina, la compagnia Paolo Giacometti, impegnata nella pièce dialettale «Tre atti unici», nel ricordo del suo fondatore, Maurizio Barzizza.Il primo episodio, «Grase megu», è una delle opere più conosciute. Una «trama degli equivoci» che sorgono tra la presenza di un medico di famiglia e la bella figlia di un’anziana coppia. Il secondo episodio, «L’è tutu so pòre», propone altri equivoci in chiave di paternità. Infine, nel terzo racconto, «Da L’avukòtu», due contadini litigano per questioni di eredità. Arriva poi un terzo fratello e la lite diventa ancora più confusa, mentre l’avvocato fa il proprio gioco per guadagnare più soldi. Il costo del biglietto unico non numerato è di 8 euro, acquistabile direttamente al botteghino, 5 euro con la carta «Io studio». Omaggio ai varietà del sabato sera oggi alle 21 al Teatro della Juta di Arquata Scrivia. In scena la compagnia Nuove Forme di Valperga (Torino) con lo spettacolo «Gran Varie3», protagonista il trio composto da Sergio Cavallaro, Simone Faraon e la cantante Valentina Tesio con sketch e canzoni suonate e cantate dal vivo, intervallati da danze. Storiche canzoni dei famosi varietà televisivi del sabato sera alternate a brani moderni brani suonati e cantati live dalla voce di Valentina per uno spettacolo adatto a tutti dove i componenti della compagnia torinese metteranno in mostra le loro doti di ballerini, attori e cantanti oltre ai loro personaggi. Ingresso: biglietto intero 8 euro, ridotto 6 euro. Lo spettacolo fa parte del cartellone tetrale della Bottega d’Arte di Arquata Scrivia, al quale collabora la Fondazione Live Piemonte dal Vivo con il patrocinio del Comune e il sostegno di Acos Energia. La compagnia casalese Sognorealtà stasera alle 21 porta in scena al salone Tartara di Casale la commedia brillante «Affari in piazza» con la regia di Carlo Raspanti. Si raccolgono fondi per l’Anffas.[R. AL.]

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest