Arrivano le fontane d'acqua gasata

Arrivano le fontane d’acqua gasata

MARZIA PERSI, NOVI LIGURE.

Nei primi giorni di luglio saranno attive due fontane di acqua oligominerale, una davanti al museo dei Campionissimi, l’altra in piazza XX Settembre. Vede la luce, quindi, il progetto definito “Bol-licine” promosso da Acos spa, azienda che eroga acqua e gas nel novese, inserito nei Contratti di Quartiere per i quali sono arrivati nelle casse comunali tre anni fa, circa 8 milioni di euro. Dalle due fontane i novesi potranno prendere gratuitamente l’acqua. Con il progetto Bollicine, si porterà in città acqua oligominerale proveniente da una fonte situata ad una profondità di 380 metri che si trova in strada Gavi alla periferia di Novi. Il costo dell’opera è di 145 mila euro, 123 mila finanziati dallo Stato (contratti di quartiere), il rimanente da Acos spa. Spiega l’ingegner Vittorio Risso di Acos spa: Sarà realizzata, nella zona del Museo dei Campionissimi, una fontana dove i novesi potranno prelevare, gratuitamente, acqua oligominerale. Le fontane saranno dotate di una saracinesca (a rubinetto) così da evitare gli sprechi. Nei mesi scorsi sono stati eseguiti già alcuni lavori che hanno riguardato le condutture: da salita Maina gli allacciamenti hanno percorso corso Piave per arrivare invia Rattazzi da qui partirà il collegamento per la fontana che sarà collocata nella piazzola antistante il museo dei Campionissimi. Una terza fontana verrà realizzata all’interno della zona residenziale di Euronovi. Quest’acqua verrà portata anche nella scuola elementare (realizzata con tecnica di bioedilizia, inserita anche questa nei Contratti di quartiere che hanno l’obiettivo di recuperare e riqualificare spazi urbani) che è in fase di costruzione in via Rattazzi nell’appczzamento di terreno denominato campo Collinetta, a fianco dell’attuale elementare “Martiri della Benedicta”. Il progetto Bollicine prevede già l’utilizzo dell’acqua oligominerale nella nuova scuola elementare di via Rattazzi – sottolinea l’assessore alla pubblica istruzione Felicia Broda- l’intenzione è quella di fare in modo che anche le altre scuole cittadine possano utilizzarla. Certamente l’introduzione dell’acqua oligominerale di strada Gavi nella mensa scolastica avverrà con l’avvio del prossimo anno scolastico, Come si ricorderà nell’autunno scorso vi era stata:una “levata di scudi” da parte dei genitori dei bimbi che frequentano le elementari quando dai tavoli della mensa erano sparite le bottigliette di acqua minerale ed avevano fatto lalo-ro comparsa le caraffe con acqua potabile. La questione era approdata anche in consiglio comunale. In quell’occasione il consigliere comunale Gianni Piazzale (Pdl) aveva proposto alla Giunta di far installare da Acos spa nella mensa i cosiddetti “boccioni” già presenti da più di un anno nella sala consiliare di palazzo Pallavicini. L’utilizzo di fontane oligominerali è già stato avviato circa un mese fa a Tortona, l’esperimento sta funzionando molto bene, sono tanti, infatti, i tortonesi che si recano con bottiglie di vetro o tanichette alle fontanelle per prendere l’acqua.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest