Centro fitness in ritardo, oggi summit sul perché

Centro fitness in ritardo, oggi summit sul perché

Si riunirà stamattina a Novi nella sede di Aquarium in via fratelli Rossetti il consiglio di amministrazione della società del centro benessere attualmente in fase di realizzazione nella piscina coperta. Si cercherà di sciogliere il nodo del rallentamento dei lavori da parte dell’impresa costruttrice che rischia di far slittare l’apertura del progettato centro fitness a fine estate. L’opposizione aveva precedentemente contestato il progetto ritenendolo troppo oneroso per le casse comunali, essendo la Aquarium una società partecipata di cui Acos detiene il pacchetto azionario di maggioranza. Inoltre, quando il progetto fu approvato alla fine del 2006, furono sollevate molte obiezioni per il prolungamento della convenzione della gestione, spostata da 30 a 60 anni. «I ritardi ricadranno sulle tasche dei cittadini – ha detto la capogruppo di Forza Italia Maria Rosa Porta -, il deficit societario non potrà mai essere ripianato da questo progetto». Il presidente di Aquarium, Gianni Bellasera: «I ritardi sono imputabili all’impresa Buffarello. Il rischio è di non consegnare in tempo l’opera finita ai futuri gestori». [G.FO.]

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest