Con le centrali di cogenerazione l’energia sta per cambiare faccia

GINO FORTUNATO
g.fortunato@ilnovese.info

È allo studio di Acos un ambizioso progetto che partirà da Novi e vedrà la realizzazione di diverse centrali di cogenerazione, ih vari punti della città. Si tratta di uno studio di fattibilità che guarda alla “gre-en economy”. In prima battuta si comincerà con una centrale di piccole – medie dimensioni e avrà la funzione di fornire a un quartiere cittadino, acqua calda ed energia elettrica, dalla trasformazione del gas. A portare avanti questo progetto sarà “Acosì”, l’azienda del Gruppo che si occupa della gestione di calore. Il primo impianto di cogenerazione sarà realizzato in un quartiere novese, non ancora svelato per motivi di concorrenzialità. Diventerà il primo polo di produzione del calore che alimenterà una rete di teleriscaldamento, rendendo il quartiere stesso indipendente dal punto di vista energetico. Perlomeno lo saranno i condomini che aderiranno a questa iniziativa che ha l’ambizione di estendersi in futuro su tutta la città. La strategia è stata resa nota dall’amministratore delegato di Acos, Mauro D’Ascenzi, durante la recente assemblea di bilancio del Gruppo. «Acosì è una delle nostre aziende, strategiche per il futuro, anche se è la più piccola – dice D’Ascenzi – Gestisce impianti grandi per la pubblica amministrazione ed è la prima per quanto riguarda la gestione del calore nei condomini di Novi. Il progetto pilota prevede la costruzione di una piccola-media centrale di cogenerazione che produce energia elettrica e acqua calda. L’energia elettrica sarà immessa in rete, mentre l’acqua calda prodotta sostituirà le caldaie condominiali. Per cui, i condomini non riceveranno più il gas per la caldaia, ma acqua calda di-rettamente. Questo comporterà l’eliminazione di decine e poi centinaia di caldaie, con la primaria diminuzione di immissione di inquinamento in atmosfera. Ma avremo anche una diminuzione del costo di produzione di acqua calda, a beneficio di Acos e dei suoi clienti. Sarà quindi realizzata una rete di distribuzione apposita. Ciò permetterà ai condomini di non dover spendere soldi per rifare la caldaia, poiché saremo noi a fornire l’acqua calda». Per cui, anziché vendere gas, Acos venderà i prodotti finali: acqua calda ed energia elettrica. Il contenimento dei costi sulla bolletta è stimato intorno al 10-15 per cento. La prima centralina che realizzerà Acosì, costerà circa un milione e mezzo di euro. La scelta non sarà quindi di costruire grandi centrali di termovalorizzazione, poiché la scelta è ricaduta su una strada mediana. «Se questa funzionerà -prosegue D’Ascenzi – bene. Vuoi dire che ne faremo delle altre per singoli quartieri novesi. La prima centrale di cogenerazione permetterà una verifica dei risultati. Senza il rischio di spendere decine di milioni. La scelta aziendale cerca di fare il meglio per soddisfare il bisogno della città e per la difesa dell’ambiente. Naturalmente non trascurando la produzione di ricchezza, perché un’azienda deve ovviamente produrre e aumentare il fatturato».

Tag:

Argomenti correlati

Noi siamo la Pernigotti

Novi Ligure, 30/11/2018   SABATO 1° Dicembre ci sarà la mobilitazione dei lavoratori dello...

Gestione Acqua: ingresso a Ovada, Cassano e Strevi

Link Articolo: http://www.alessandrianews.it/novi-ligure/gestione-acqua-ingresso-ovadacassano-strevi-154543.html Gestirà acquedotto, fognatura e depurazione delle acque. A Ovada prevista l’apertura di...

Parte oggi la Festa dell’Acqua dell’Acos

Link articolo: http://www.giornale7.it/parte-oggi-la-festadellacqua-dellacos/ Torna l’appuntamento della primavera la Festa dell’Acqua, dell’Ambiente e della Solidarietà,...

Un bivio per la Cavallerizza

Si potrebbe salvare sia l’edificio principale che il cosiddetto corpo nuovo ELIO DEFRANI, e.defrani@ilnovese.info...

Quote, altra bufera sull’Acos

Novi Ligure. Le dichiarazioni attribuite all’assessore al Bilancio, Germano Marubbi (non ricandidato), che ipotizzano...

«Stop agli sponsor fantasma»

ELIO DEFRANI – e.defrani@ilnovese.info L’Italia dei Valori vuole mettere la parola «fine» alle sponsorizzazioni...

Bergaglio ‘incoronata’

Novi Ligure. Come da consolidata consuetudine, anche quest’anno la pioggia ha disturbato la Festa...

Aquarium, c’è Reppetti

Novi Ligure. Paolo Reppetti, un pallavolista alla presidenza di Aquarium, la società della quale...

Acos punta sull’idroelettrico

D’Ascenzi: «Stiamo progettando come Gestione Acqua quattro centraline»Gino FortunatoIl Gruppo Acos punta tutto sul...

La lettera

Da qualche tempo “il novese” non brilla certo per la correttezza del proprio comportamento,...

Bollicine, prima fontana

È stata posizionata, nei giorni scorsi, davanti al Museo dei Campionissimi la prima delle...

Acri, e ora che fara’?

Nei giorni scorsi si è dimesso dal consiglio di amministrazione di Gestione Acqua Camillo...

Rifiuti, pioggia di multe

MARZIA PERSI, NOVI LIGURE. L’immondizia non piace a nessuno, nonostante ciò se ne producono...

Acos, non vendere

Dopo la vittoria dei sì ai referendum della settimana scorsa, la sinistra novese sale...

Comune, tempo di partenze

Il risultato dei referendum di domenica e lunedì “potrebbero portare a un risultato paradossale:...

I pipistrelli? Inutili

Nel consiglio comunale della settimana scorsa, dopo la discussione sul bilancio sono state prese...

La beffa del fotovoltaico

Marzia Persi. A chiusura della discussione del conto consuntivo in consiglio comunale, tenutosi la...

Pd sottopressione

Ore febbrili all’inizio di questa settimana tra i leader del Partito Democratico novese: lunedì...

Sceriffo, quanto lavoro

Novi ligure. Già fenomeno preoccu­pante negli anni precedenti, l’abbandono dei rifiuti sul ci­glio delle...

Novi Ascolta l’Africa

Novi Ligure. La manifestazione Ascolta l’Africa, in programma domani dalle 16 alle 24 in...

Comune incapace di incassare

MARZIA PERSI, NOVI LIGURE. Le casse comunali languono, anche perché la politica economico-fmanziaria generale...

Isole ecologiche fuorilegge

Amministratori locali in confusione sui rifiuti. La più recente normativa., un decreto ministeriale di...

Rifiuti raccolta potenziata

NOVI LIGURE. Verrà potenziata, dalla prossima settimana, la raccolta differenziata dei rifiuti. E infatti,...

L’Acos e il futuro

NOVI LIGURE- Quan­to costa non crescere: alle aziende che forniscono ser­vizi pubblici, ai comuni...

La discarica raddoppia

NOVI LIGURE. Torna alla ri­balta della cronaca la necessità ur­gente di ampliare la discarica...

Rifiuti, Novi è al 40%

La raccolta differenziata a Novi raggiunge il 40,38%. Per alcuni aspetti, il dato fornito...

Disagi col numero verde

NOVI LIGURE. Ha riaperto lo scorso mercoledì il punto informativo allestito da Acos Ambiente...

Rifiuti, ora si cambia

NOVI LIGURE – È partita dal quartiere Lodolino la nuova organizzazione della raccolta rifiuti...

Nasce l’Ato dei rifiuti

ALESSANDRIA Si è insediata, dopo la firma della Convenzione istitutiva, la Conferenza dell’Associazione di...

Raccolta rifiuti

Chi sarà il socio di «Acos Ambiente»? il servizio della raccolta dei rifiuti oggi...

Decreto del Governo

Un grado ed un’ora di riscaldamento In meno negli edifici pubblici e negli alloggi...

Notizie da Federutility

FEDERUTILITY Luce e gas, le aziende non investono di Giovanni Galli Meno investimenti per...
Alto