Cooplat, l’Acos non ha intenzione di licenziare

Cooplat, l’Acos non ha intenzione di licenziare

(g.f.) Lettera di licenziamento per i 33 dipendenti della Coo¬plat. Alla cooperativa preposta alla raccolta dei rifiuti urbani di Novi, scadrà l’appalto comunale il prossimo 30 giugno. Il servizio rifiuti sarà svolto da Acos ambiente che recentemente ha formalizzato la partnership con il consorzio nazionale servizi Gns. La lettera ha suscitato legittimamente molte apprensioni tra i lavoratori, tuttavia l’Acos attraverso un documento, “assicura che la propria controllata, Acos ambiente, rispetterà tutti i diritti sindacali e le clausole contrattuali previste da leggi e contratti. Non solo per il dovuto rispetto delle norme, ma perché ritiene fondamentale, per il successo dell’iniziativa, la capacità di coniugare i diritti e le professionalità dei lavoratori con l’economicità, l’efficienza e l’efficacia dell’impresa”. Tuttavia ci sono ancora nodi da sciogliere, come ha spiegato il segretario provinciale Fit-Cisl Angelo Barrocu: “Al Consorzio nazionale fa capo anche la Cooplat, ma ne fanno parte altre cooperative più influenti e questa situazione aveva generato un clima di apprensione tra i lavoratori che avevano visto vacillare il loro posto di lavoro, anche perché era stato ventilato che la Cooplat sarebbe stata tagliata fuori. L’operazione di affidare il servizio rifiuti ad Acos ambiente, è stata condotta troppo affrettatamente e adesso mancano i tempi necessari per poter avviare trattative sindacali. Ci incontreremo questa settima¬na, ma non sappiamo ancora chi sarà il nostro interlocutore. Pur prendendo atto delle dichiarazioni pubblicate da Acos ambiente, sarebbe stato utile prorogare il contratto con la Cooplat di altri tre mesi. Non è ancora stato formato, per quanto sappiamo, il nuovo consiglio di amministrazione della società che subentrerà alla Cooplat”. OGGETTO PREAVVISO DI LICENZIAMENTO Egregio Signore, Siamo spiacenti dì doverle comunicare che in data 30/06/2006 cesseranno i servizi di igiene urbana per i Comuni di Novi Ligure e Serravate Scrivia. Pertanto, in tale data cesserà la Sua attività lavorativa con la scrivente, restando inteso che il suo rapporto dì lavoro deve intendersi risolto ad ogni effetto di legge e di contratto. La presente vale quale formale preavviso di licenziamento e sarà ns. premura comunicarle tempestivamente qualsiasì variazione. Ringraziandola per la collaborazione prestataci, Le porgiamo i nostri distinti saluti, In alto la lettera del preavviso di licenziamento.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest