Differenziata e discariche piovono decine di multe

Differenziata e discariche piovono decine di multe

MARZIA PERSI, NOVI LIGURE.
Oltre cento i novesi multati per non aver eseguito in maniera corretta la raccolta differenziata dei rifiuti. Nei primi dieci mesi dell’anno sono più di cento, infatti, i verbali per violazioni alla normativa sui rifiuti, per un ammontare di diverse migliaia di euro, emessi dal Comando di Polizia Municipale e dall’ispettore di Acos Ambiente. Quest’ultimo si è occupato, prevalentemente, di verificare la correttezza dello smaltimento differenziato nei vari contenitori condominiali II controllo della Polizia Municipale si è concentrato, in particolare, sull’abbandono dei rifiuti (sacchetti o ingombranti) e sul rispetto della raccolta differenziata da parte degli esercizi commerciali. I soggetti individuati, oltre al pagamento della sanzione, hanno dovuto ripristinare lo stato dei luoghi e risarcire eventuali costi di smaltimento. Purtròppo, infatti, si no-tano ancora oggi, a distanza di alcuni anni di attivazione della differenziata in città, rifiuti abbandonati. Una vera e propria “scarica a cielo” aperto è strada dell’Imperatore fra Novi e Pozzolo. Qui vengono regolarmente abbandonati inerti, materassi, elettrodomestici. «Per gli ingombranti – dice l’assessore all’Ambiente, Carmine Cascarino – e attivo, presso Acos, un numero verde al quale rivolgersi. Personale addetto viene a ritirare a domicilio e senza alcuna spesa aggiuntiva il rifiuto ingombrante. Non capisco perché la gente continui a caricarsi in auto un elettrodomestico per abbandonarlo in strada». Inoltre, la Polizia Municipale ha emesso una trentina di verbali per violazioni della normativa comunale su affissioni e volantinaggio. Le affissioni abusive, infatti, deturpano l’arredo urbano, così come il volantinaggio indiscriminato, soprattutto quello attuato ponendo i volantini sotto i tergicristalli delle auto, che rende maggiormente impegnativa la pulizia delle aree pubbliche. «Bisogna avere anche nel volantinaggio -continua Cascarino – comportamenti corretti». Questo tipo di controlli, insieme a quelli svolti in base alla normativa del decoro urbano (manutenzione delle facciate, grondaie, giardini), rientra nei compiti che il Comando di Polizia Municipale svolge attraverso la sezione di Polizia Amministrativa. Alcuni di questi interventi hanno portato anche alla denuncia penale di privati cittadini, ad esempio per proprietari che non hanno effettuato lavori su immobili che minacciavano rovina.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest