Differenziata, il servizio ora è un successo

Differenziata, il servizio ora è un successo

PER BIODEGRADARSI un fazzolettino di carta ci mette 4 settimane: due in più il giornale. Devono trascorrere, invece, ben 5 anni prima che scompaia ogni traccia di un chewing-gum e 100 anni per cancellare una lattina di alluminio. Questi dati devono fare riflettere: soprattutto fanno comprendere davvero l’importanza della raccolta differenziata che, nonostante qualche pro­blema di rodaggio del servizio, a Novi Ligure sta ottenendo buoni risultati. La raccolta differenziata ha sfiorato il 45 per cento, con una media annua del 37 per cento. La maggior parte dei no­vesi sta seguendo con attenzione le regole fissate da Acos Ambiente, gestore del servizio: c’è ancora qualcuno che non rispetta le regole, a discapito dell’intera collettività. «Stiamo effettuando un moni­toraggio capillare – spiega il diret­tore, Fabrizio Dall’Olio – per capire dove il servizio abbia bisogno di un ulteriore miglioramento e dove, invece, i problemi siano da imputare ai cittadini che non si comportano in modo corretto. Per questo stiamo controllando tutti i cassonetti: abbiamo notato che ci sono cittadini che inseri­scono l’indifferenziato nei conte­nitori della carta o in quelli delle lattine». Il controllo di Acos Am­biente servirà anche a valutare se sia necessario modificare gli orari di ritiro della spazzatura o se, in alcune zone della città, occorra aumentare il numero dei casso­netti. Un risultato importante, co­munque, è già stato raggiunto. Da qualche settimane i contenitori stradali per la raccolta di carta, plastica e vetro vengono svuotati anche il sabato. «Quest’ opportu­nità – spiega Dall’Olio – è stata resa possibile dalla disponibilità del personale dell’azienda e dall’apertura della discarica ga­rantita anche il sabato pomeriggio. In questo modo si riducono i sovraccarichi che si registravano in passato. L’esperimento è par­tito da un paio di settimane e i ri­sultati sono già positivi». Prossimamente saranno posizionati i cassonetti della differen­ziata anche nella zona del Basso Pieve e della frazione Merella. Entro l’estate, poi, entrerà in fun­zione l’isola ecologica, dislocata in zona Cipian. Qui ogni cittadino potrà conferire, in orari prestabi­liti, i propri rifiuti. In quest’area, che sarà controllata da personale addetto, oltre a portare carta, lat­tine e vetro si potranno portare anche rifiuti ingombranti ed elet­trodomestici, oltre a batterie ed oli esausti. MARZIA PERSI

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest