Fotovoltaico, Acos si aggiudica la commessa

Fotovoltaico, Acos si aggiudica la commessa

I pannelli su una serie di edifici comunali, lavori per 1.267.500 euroNOVI LIGURE. E’ Acos spa, l’azienda che si è accaparrata la concessione di progettazione, costruzione e gestio­ne funzionale ed economica di ima rete di impianti fotovoltaici in città. Ora la società deve presentare il pro­getto definitivo entro 45 giorni, do­podiché partiranno i lavori e la rete sarà pronta entro la primavera 2011, L’importo dei lavori complessivo è di 1.267.500 euro. L’amministrazione ha individuato, già da tempo, gli edi­fici sui quali verranno installati i pannelli fotovoltaici: complesso sco­lastico Rodari, complesso scolastico Oneto, museo dei Campionissimi e centro fieristico “Dolci terre”, Asilo Terracini (GIII), asilo Pieve, com­plesso scolastico Pascoli, stadio co­munale “Girardengo”, asilo Garibal­di, asilo Aquilone (Isola dei bambi­ni), cimitero comunale, magazzino comunale “Zavaglia”, istituto scola­stico “Boccardo” via Ferrando Scrivia, istituto scolastico Zucca, asilo Buozzi, istituto scolastico Boria, complesso scolastico For Al.La durata della concessione è fis­sata in venti anni. Sono interamente a carico di Acos spa, tutte le attività e le spese necessario o che si renderanno necessarie alla realizzazione e messa in funzione degli impianti fotovoltaici. Quindi ad Acos spetterà l’attività di progettazione ed esecu­zione nonché le opere edili eventuali e connesse all’installazione così an­che l’allaccio dei pannelli alla rete elettrica. La manutenzione sarà a carico della ditta contraente e l’im­pianto concesso in utilizzo al Comune per tutta la durata del contratto; al termine passerà in proprietà dell’arnrninistrazione senza alcun corrispettivo. Infine, la ditta contra­ente dovrà finanziare interamente con fondi propri la fornitura e a posa in opera dell’impianto, oltre che la sua manutenzione ordinaria venten­nale ottenendo in cambio dal Comu­ne tutto o in parte l’incentivo Gse (Gestore dei Servizi Energetici) pro­dotto nei 20 anni. In questo periodo il Comune, stando ai calcoli effettua­ti dall’ufficio tecnico, risparmierà circa 900 mila euro. «L’installazione di impianti fotovoltaici – dice il sin­daco Lorenzo Robbiano – è un impe­gno che intendiamo realizzare nel corso di questo anno per poi concentrarci sul tema più generale del ri­sparmio energetico attraverso l’ela­borazione di un Piano Energetico Comunale (Pec). Ciò comporterà va­ri interventi, in funzione di un piano triennale di investimenti per l’illuminazione pubblica e le strutture, degli edifici comunali». Oltre a Novi anche altri comuni limitrofi come Tassarolo e Pasturana si stanno atti­vando per realizzare impianti volti al risparmio energetico. M. PER.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest