I soldi delle multe serviranno a risistemare strade e asfalti

I soldi delle multe serviranno a risistemare strade e asfalti

GINO FORTUNATO, NOVI.

Parte a Novi la nuova stagione dei lavori pubblici che durerà sino alla fine dell’anno, per quanto riguarda la manutenzione straordinaria delle strade, per un investimento di 580 mila euro. Ma visti i tempi di ristrettezze economiche, il Comune pensa di provvedere a recuperare questa importante cifra vendendo propri immobili, investendo il ricavato delle multe del 2010 e accen-dendo un mutuo bancario. Questo è, in sostanza, quanto sarà fatto per le strade no-vesi in riferimento all’ultimo bilancio di previsione che sarà definitivamente approvato lunedì: «Baderemo soprattutto alla manutenzione dell’esistente e interverremo per risolvere eventuali criticità – chiarisce l’assessore alle Finanze, Germano Marubbi – dalla manutenzione degli asfalti nel centro storico alle fognature, fino ai sottoservizi e al rifacimento di superfici stradali. Nel dettaglio, in quota al Comune abbiamo a disposizione 300 mila euro per sistemare le strade, mentre la società Gestione Acqua si occuperà dei sottoservizi e delle fognature. La tranche del 2011 comprende inizialmente via Abba per allargarsi alle altre strade del centro storico. I lavori saranno comunque finanziati per buona parte con un mutuo. Esattamente 250 mila euro di sistemazioni stradali varie (asfaltature) vengono finanziati attraverso la vendita di immobili, mentre altri 30 mila con i proventi delle contravvenzioni in violazione al codice della strada». Agli investimenti comunali si dovrebbero aggiungere circa 100 mila euro di asfalti che però saranno a carico di Acos, quando riferiti a rotture provocate dalle condutture fognarie e della rete dell’acquedotto. «Tra immobili, scuole e impianti sportivi – conclude Marubbi -prevediamo altre manutenzioni che saranno effettuate entro quest’anno, per circa 420 mila euro, di cui 300 mila per immobili comunali in generale, 70 mila per le scuole e 50 mila per gli impianti sportivi. Sull’illu-minazione pubblica impiegheremo invece circa 150 mila euro». Intanto sono cominciati i lavori di abbattimento delle barriere architettoniche sui marciapiedi via Cavallotti. E dal 4 aprile si passa ai marciapiedi sull’incrocio con via Monte Grappa. Poi, via Verdi.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest