I Tortonesi e novesi divisi sul nuovo biodigestore Beruttì: non lo vogliamo

I Tortonesi e novesi divisi sul nuovo biodigestore Beruttì: non lo vogliamo

II sindaco Massimo Berutti ribadisce la posizione contraria del Comune di Tortona alla realizzazione di un biodigestore alle porte della città durante il convegno «La miniera urbana: l’utilizzo dei rifiuti come combustibile solido secondario (Css)» che si è tenuto ieri mattina nella sala Romita del municipio. Il tema era la valorizzazione del contenuto energetico dei rifiuti e la promozione di tutte le opportunità per dar vita ad un mercato del Css con l’obiettivo di ridurre drasticamente l’utilizzo delle discariche in Italia. Durante l’incontro il primo cittadino ha spiegato che in tema di rifiuti c’è grande caos e ci sono tensioni legate alla presenza di impianti sul territorio tortone-se: «Non abbiamo nulla contro il sistema di sviluppo, ma fintante che non si farà chiarezza la posizione del Comune di Tortona è contraria: c’è già un biodigestore del Consorzio che serve a garantire lo smaltimento dei rifiuti prodotti in zona, se ne verrà realizzato anche uno dai privati significa che arriveranno rifiuti da fuori e questo non ci trova d’accordo». Manuel Elleboro, il pontecuronese presidente di Srt (la società di raccolta rifiuti della Valle Scrivia) ha provato a spiegare che l’utilizzo dei rifiuti come Css è molto più controllato attraverso un’apposita filiera rispetto al Cdr (combustibile da rifiuti) e che il Css è una materia prima, non un rifiuto. «Il conservatorismo ambientale è nemico del progresso – ha aggiunto Mauro D’Ascenzi, novese, amministratore delegato di Acos spa -. L’uomo deve rispettare l’ambiente adeguandosi al progresso». Come dire: chi vuoi capire capisca. Ma a Tortona non ci sentono: «Non conosciamo bene la materia – ha detto l’assessore all’Ambiente, Daniele Calore -, dobbiamo capire se veramente questa è un’opportunità, ma vogliamo essere attenti all’ambiente. Abbiamo già diversi impianti sul territorio». Quello di ieri a Tortona era il secondo incontro, per riflettere sul tema dei rifiuti come risorsa, organizzato da Srt che sabato scorso ha inaugurato il biodigestore di Novi Ligure, impianto realizzato senza attriti anzi con il favore delle istituzioni locali. Al convegno erano presenti soprattutto amministratori comunali e tecnici del settore rifiuti.

[M.T.M.l

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest