II boccione all'americana al posto delle bottigliette

II boccione all’americana al posto delle bottigliette

“Si prenda acqua da punti di prelievo, non dal rubinetto”

Il boccione americano dell’acqua al posto delle bottigliette alla mensa scolastica di Novi. “Una soluzione che era stata contestata da un gruppo di genitori di alunni delle scuole elementari. La decisione dell’amministrazione comunale di sostituirle con acqua del rubinetto aveva sollevato molte perplessità, sia per i timori derivanti dalla qualità del prodotto distribuito ai bambini che per i costì del ticket del pasto che per le famiglie è comunque rimasto invariato. La proposta di installare nella mensa scolastica il boccione d’acqua decisa da Acos Gestione acqua, è stata sollevata l’altra sera in Consiglio comunale da Gianni Piazzale del Pdl. L’acqua potabile ha detto potrà essere distribuita ai bambini, sempre sotto frequente controllo chimico e batteriologico, a condizione che i boccioni vengano riempiti al punto di captazione e non ai rubinetti della scuola. Fornire acqua di rubinetto potrebbe in effetti essere rischioso, perché le analisi giornaliere dell’Acos vengono effettuate in sede, con campioni prelevati dai punti di captazione subito dopo i trattamenti potabilizzanti. Quando sono stati effettuati alcuni ripristini della rete, ho notato in via Cavour lo stato di degrado in cui versava, la vecchia tubazione. Per cui, se all’origine possiamo stare tranquilli circa la qualità, non avremmo sufficienti garanzie dopo il percorso dell’acqua in rete. Il sindaco Lorenzo Robbiano si è detto favorevole a valutare la proposta. Infine il consigliere di minoranza, Gigi Moncalvo, ha osservato: Ciascun genitore è libero di far bere al proprio figlio l’acqua che ritiene opportuna, ma se non saranno più distribuite le bottigliette di minerale dovrà essere ribassato il costo del buono pasto.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest