La cultura del riciclo: lezioni in classe

La cultura del riciclo: lezioni in classe

NOVI LIGURE. «L’ambiente è di classe» così è stato denomi­nato il progetto rivolto a tutte le scuole del novese promosso dal Consorzio servizio rifiuti per sensibilizzare i giovani alla rac­colta differenziata dei rifiuti. «Abbiamo raggiunto livelli di differenziata confortevoli, in al­cuni paesi, oserei dire, ottimi -dice Oreste Soro, presidente del Consorzio servizio rifiuti – ma è importante che la cultura del ri­fiuto e del riciclo coinvolga gli studenti i quali possono portare il messaggio all’interno delle fa­miglie». Ieri presso la sala consi­liare di Palazzo Pallavicini si è tenuto il primo incontro con gli insegnanti ed i presidi delle varie scuole (dalle elementari alle superiori) per programmare una serie di iniziative ed incontri su tale tema. I vari programmi (differenti ovviamente a se­conda dell’età degli alunni) par­tiranno dal prossimo anno scola­stico, quindi a settembre 2009. «Il budget a nostra disposizione non è elevato – continua Soro – ma vogliamo sponsorizzare questa campagna nelle scuole perché è importantissima» Secondo il preside della media “Doria” la via che intende intra­prende il Consorzio è quella giu­sta perché spesso i ragazzini in­segnano alloro genitori come ri­spettare l’ambiente attraverso là raccolta differenziata. «In alcune classi è già stato pro­mosso un lavoro di sensibilizzazione su questo tema – spiega il preside Repetto – facendo co­struire e colorare direttamente dagli alunni i contenitori per la , differenziata. Credo, però, che sia necessario nel momento in cui si coinvolgono i ragazzi dare loro poi un compenso simbolico. Penso ad esempio ai quaderni di carta riciclata. Il messaggio che deve arrivare è che se si fa bene la differenziata se ne giova l’in­tera comunità, in questo caso la classe o la scuola». Gli inse­gnanti della elementare “Pa­scoli” hanno poi suggerito di portare a scuola da mettere nel giardino dell’istituto arredi o giochi nati dal riciclo della pla­stica.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest