La "differenziata" è a quota 47, 67%

La “differenziata” è a quota 47, 67%

toccato quota 47, 67%. «Si tratta di un ri­sultato eccellente – afferma l’as­sessore all’Ecologia Alberto Mallarino – E sono certo che mi­gliorerà ancora quando sarà at­tiva l’isola ecologica». Il netto miglioramento dell’andamento della differenziata in città si è avuto principalmente negli ul­timi cinque mesi durante i quali si è registrato un continuo cre­scendo; si è passati, infatti, dal 38, 92% di gennaio ai 45, 07% di aprile per arrivare ai 47, 67% di maggio. «Ciò che più conforta -dice Fabrizio Dall’Olio, diretto di Acos Ambiente, la società che gestisce il servizio – è il fatto che si è ridotto il conferimento dell’indifferenziato che oggi è di 0, 82 kg al giorno per abitante. In generale, la cittadinanza ha risposto bene ai nuovo servizio, anche se ci sono criticità che de­vono essere ancora risolte». Una di queste riguarda il centro storico, dove il servizio non è ancora partito in maniera com­pleta ed organica, in questi giorni sono in distribuzione i bidoncini monofamiliari e il ma­teriale informativo. Rispetto alle altre zone cittadine, nel centro storico il “porta a porta” sarà per tutte le frazioni di rifiuto. Secondo l’assessore Mallarino gli obiettivi fissati nei 2007, quando è partito il servizio di raccolta, sono stati raggiunti. MARZIA PERSI

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest