La raccolta differenziata ha raggiunto la soglia del 40 per cento

La raccolta differenziata ha raggiunto la soglia del 40 per cento

NOVI LIGURE.

La raccolta differenziata in città ha toccato quota 40%. «Quando il programma di avvio sarà completato – dice Gianni Coscia, presidente di Acos Ambiente, società che gestisce il servizio nel Novese – potremo arrivare al 50%. Sarà difficile, poi, poter superare questa soglia, ma non temiamo la sfida». Entro fine mese in tutto il centro storico, ultimo spicchio della città non ancora raggiunto in pieno dal servizio, ci sarà il “porta aporta” per tutte le frazioni di rifiuto. «Abbiamo acquistato -continua Coscia – un nuovo mezzo per lo svuotamento delle campane di vetro e, in questi giorni, è partita la pulitura dei cassonetti». Acos Ambiente ha attivato il servizio di lavaggio dei contenitori dotati di ruote, utilizzati per la rac-colta differenziata dei rifiuti. La frequenza varia a seconda della frazione da conferire. L’argomento pulizia e lavaggio dei cassonetti era stato motivo di dibattito nei mesi scorsi in Consiglio comunale, la bagarre era nata dopo che alcuni abitanti avevano protestato perché si ritrovano contenitori, in particolare quelli dell’organico, pieni di vermi. La minoranza aveva sollecitato l’amministrazione affinché venisse istituito il servizio lavaggio senza ulteriori esborsi da parte degli utenti. Per il contenitore dell’indifferenziato, di colore grigio, è previsto un lavaggio a maggio e uno a ottobre. La frequenza del servizio sarà maggiore per il contenitore dell’organico, di colore marrone. In questo caso il programma prevede un lavaggio a maggio, ottobre, novembre e due lavaggi (una volta ogni 15 giorni) nei mesi più caldi, giugno, luglio, agosto e settembre. Le giornate di lavaggio coincidono con quelle di esposizione del contenitore. Per questo, Acos Ambiente chiede agli utenti di esporre il contenitore nei giorni e nelle ore fissate e di tenerlo su strada almeno due ore dopo lo svuotamento per permettere l’intervento della macchina lava cassonetti. Acos Ambiente, infine, precisa che le operazioni di lavaggio potranno rallentare lo svuotamento dei contenitori, quindi le operazioni potrebbero protrarsi oltre l’orario abituale.

MARZIA PERSI

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest