L’acqua torna potabile, ma chi l’ha inquinata?

NOVI LIGURE – Sono due le ipotesi che gli inquirenti stan­no seguendo per capire cosa (e chi) abbia inquinato l’acquedotto di Novi. La prima è che qualcuno abbia approfittato della situa­zione per sversare nelle acque dello Scrivia sostanze inquinanti: una tesi che non vie­ne sottovalutata dal comando provinciale dei Vigili del fuoco («Capita abbastanza spesso in questi casi»). La seconda è che l’autocisterna fosse divisa in più setti e trasportasse dunque diverse sostanze perico­lose, per la precisione acquaragia e ossido di etilene (i due composti su cui inizial­mente erano incerti i pompieri). Ma seguiamo la cronologia degli eventi. In seguito all’incidente di mercoledì pomerig­gio, Arpa, Asl e Acos hanno iniziato una se­rie di campionature dell’acqua. Subito l’ac­quedotto novese non è risultato inquinato e l’amministrazione comunale ha tranquil­lizzato la cittadinanza. Soltanto 24 ore do­po l’accaduto è arrivato l’allarme. Così, nel pomeriggio di giovedì è stato interrotto il servizio di distribuzione idrica a scopo pre­cauzionale. La città è stata, quindi, servita da cisterne di acqua potabile. Presso l’ospe­dale non si sono mai verificati problemi idrici, grazie al dirottamento delle pompe sul pozzo di via Gavi sulla Lomellina, sempre di proprietà di Acos. Le case di riposo e gli anziani in. difficoltà sono stati riforni­ti di sacchetti di acqua da due litri confe­zionati a Tortona. Il sindaco Lorenzo Robbiano ha spiegato che il collegamento tra l’incidente e l’in­quinamento dell’acquedotto non è del tut­to accertato: «Ci sono alcune cose che non tornano. In particolare, il fatto che le rile­vazioni sospette siano arrivate soltanto nel pomeriggio di giovedì, ventiquattro ore do­po il tragico evento. In ogni caso l’ordinan­za di non potabilità dell’acqua per scopi ali­mentari è stata soltanto una precauzione per la salute dei cittadini». Anche l’amministratore delegato di Acos, Mauro Dascenzi ha voluto sottolineare l’aspetto precauzionale della decisione del­la società: «Abbiamo deciso” di interrompe­re l’erogazione di acqua per alcune ore e poi di consigliare di non usarla per scopi alimentari, soltanto per un eccesso di zelo da parte nostra. I cittadini non hanno mai corso rischi». La situazione è andata lentamente miglio­rando e domenica intorno alle ore 12. 30, è stata revocata l’ordinanza. Dal Comando Provinciale dei Pompieri hanno spiegato che la connessione tra i due fatti è piuttosto improbabile: «L’acqua che esce dai nostri rubinetti viene pompa­ta in falda e non in superficie, l’acquaragia trasportata dall’autocisterna è una sostan­za galleggiante che non penetra in profon­dità. Inoltre si tratta di un composto in­fiammabile che è andato quasi completa­mente distrutto. Non ci sentiamo di esclu­dere che qualcuno abbia deciso di appro­fittare della situazione per smaltire abusi­vamente materie inquinanti». In seguito al­l’accaduto, è stato presentato un esposto al­la Procura. Il Comune di Novi ha fatto sa­pere che una volta accertate le responsabi­lità, si costituirà parte civile insieme a Ge­stione Acqua per un’eventuale richiesta di danni.

Tag:

Argomenti correlati

Noi siamo la Pernigotti

Novi Ligure, 30/11/2018   SABATO 1° Dicembre ci sarà la mobilitazione dei lavoratori dello...

Gestione Acqua: ingresso a Ovada, Cassano e Strevi

Link Articolo: http://www.alessandrianews.it/novi-ligure/gestione-acqua-ingresso-ovadacassano-strevi-154543.html Gestirà acquedotto, fognatura e depurazione delle acque. A Ovada prevista l’apertura di...

Parte oggi la Festa dell’Acqua dell’Acos

Link articolo: http://www.giornale7.it/parte-oggi-la-festadellacqua-dellacos/ Torna l’appuntamento della primavera la Festa dell’Acqua, dell’Ambiente e della Solidarietà,...

Un bivio per la Cavallerizza

Si potrebbe salvare sia l’edificio principale che il cosiddetto corpo nuovo ELIO DEFRANI, e.defrani@ilnovese.info...

Quote, altra bufera sull’Acos

Novi Ligure. Le dichiarazioni attribuite all’assessore al Bilancio, Germano Marubbi (non ricandidato), che ipotizzano...

«Stop agli sponsor fantasma»

ELIO DEFRANI – e.defrani@ilnovese.info L’Italia dei Valori vuole mettere la parola «fine» alle sponsorizzazioni...

Bergaglio ‘incoronata’

Novi Ligure. Come da consolidata consuetudine, anche quest’anno la pioggia ha disturbato la Festa...

Aquarium, c’è Reppetti

Novi Ligure. Paolo Reppetti, un pallavolista alla presidenza di Aquarium, la società della quale...

Acos punta sull’idroelettrico

D’Ascenzi: «Stiamo progettando come Gestione Acqua quattro centraline»Gino FortunatoIl Gruppo Acos punta tutto sul...

La lettera

Da qualche tempo “il novese” non brilla certo per la correttezza del proprio comportamento,...

Bollicine, prima fontana

È stata posizionata, nei giorni scorsi, davanti al Museo dei Campionissimi la prima delle...

Acri, e ora che fara’?

Nei giorni scorsi si è dimesso dal consiglio di amministrazione di Gestione Acqua Camillo...

Rifiuti, pioggia di multe

MARZIA PERSI, NOVI LIGURE. L’immondizia non piace a nessuno, nonostante ciò se ne producono...

Acos, non vendere

Dopo la vittoria dei sì ai referendum della settimana scorsa, la sinistra novese sale...

Comune, tempo di partenze

Il risultato dei referendum di domenica e lunedì “potrebbero portare a un risultato paradossale:...

I pipistrelli? Inutili

Nel consiglio comunale della settimana scorsa, dopo la discussione sul bilancio sono state prese...

La beffa del fotovoltaico

Marzia Persi. A chiusura della discussione del conto consuntivo in consiglio comunale, tenutosi la...

Pd sottopressione

Ore febbrili all’inizio di questa settimana tra i leader del Partito Democratico novese: lunedì...

Sceriffo, quanto lavoro

Novi ligure. Già fenomeno preoccu­pante negli anni precedenti, l’abbandono dei rifiuti sul ci­glio delle...

Novi Ascolta l’Africa

Novi Ligure. La manifestazione Ascolta l’Africa, in programma domani dalle 16 alle 24 in...

Comune incapace di incassare

MARZIA PERSI, NOVI LIGURE. Le casse comunali languono, anche perché la politica economico-fmanziaria generale...

Isole ecologiche fuorilegge

Amministratori locali in confusione sui rifiuti. La più recente normativa., un decreto ministeriale di...

Rifiuti raccolta potenziata

NOVI LIGURE. Verrà potenziata, dalla prossima settimana, la raccolta differenziata dei rifiuti. E infatti,...

L’Acos e il futuro

NOVI LIGURE- Quan­to costa non crescere: alle aziende che forniscono ser­vizi pubblici, ai comuni...

La discarica raddoppia

NOVI LIGURE. Torna alla ri­balta della cronaca la necessità ur­gente di ampliare la discarica...

Rifiuti, Novi è al 40%

La raccolta differenziata a Novi raggiunge il 40,38%. Per alcuni aspetti, il dato fornito...

Disagi col numero verde

NOVI LIGURE. Ha riaperto lo scorso mercoledì il punto informativo allestito da Acos Ambiente...

Rifiuti, ora si cambia

NOVI LIGURE – È partita dal quartiere Lodolino la nuova organizzazione della raccolta rifiuti...

Nasce l’Ato dei rifiuti

ALESSANDRIA Si è insediata, dopo la firma della Convenzione istitutiva, la Conferenza dell’Associazione di...

Raccolta rifiuti

Chi sarà il socio di «Acos Ambiente»? il servizio della raccolta dei rifiuti oggi...

Decreto del Governo

Un grado ed un’ora di riscaldamento In meno negli edifici pubblici e negli alloggi...

Notizie da Federutility

FEDERUTILITY Luce e gas, le aziende non investono di Giovanni Galli Meno investimenti per...
Alto