L'ambiente e di classe per le scuole di Novi

L’ambiente e di classe per le scuole di Novi

NOVI LIGURE. La Conferenza “Rumenta e risorse” conclude un percorso educativo e didattico coordinato dall’insegnante Angela Finto della scuola dell’infanzia “Arcobaleno”, nell’ambito del Bando “L’ambiente è di classe”(proposto dal Consorzio smaltimento rifiuti) che ha coinvolto diverse classi e sezioni del 1° Circolo di Novi. Gli obiettivi degli insegnanti sono stati quelli di sensibilizzare i bambini al rispetto dell’ambiente facendo comprendere l’importanza della raccolta differenziata per scoprire che i rifiuti, cioè le cose che “apparentemente” non ci servono più, in realtà possono essere delle risorse se raccolte in maniera differenziata e perciò “riciclate” in un nuovo utilizzo. Nella nostra città la raccolta differenziata è già un fatto che coinvolge i cittadini, ma gli insegnanti ritengono che per contribuire alla formazione di cittadini responsabili ed attivi occorra favorire l’apprendimento di comportamenti corretti e soprattutto la consapevolezza degli stessi attraverso percorsi educativi in cui gli allievi si sentano protagonisti. Molte perciò le iniziative e le attività per tutti i bambini: dall’utilizzo creativo per produrre delle opere di fantasia ad indagini nell’ambiente familiare per conoscere che cosa si scarta di più; quali siano i contenitori più scartati, come siano considerati i rifiuti. Alcuni hanno realizzato una vera “caccia ai rifiuti” nel giardino vicino alla scuola. I bambini delle classi V si sono recati presso la piattaforma di smaltimento differenziato dei rifiuti di Novi dove si sono resi conto di quanto si spende per “accantonare” i nostri rifiuti. In un secondo momento, hanno visitato la piattaforma di Tortona, dove “hanno toccato con mano” come la raccolta differenziata sia non solo intelligente perché permette di risparmiare materie prime, ma anche di guadagnare per far funzionare il Consorzio. Alcune classi della scuola primaria ” G. Pascoli “hanno anche aderito al 3° concorso nazionale “Regoliamoci” indetto dall’associazione “Liberà” “(www.libera.it) in collaborazione con il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado; infatti esso proponeva un percorso sul tema dell’educazione alla responsabilità e alla legalità, in cui gli studenti siano attivi hi ogni fase, a cominciare dalla ideazione” sul tema “Ambiente”ed in particolare chiedendoci di “ragionare sul tema della riduzione e dello smaltimento dei rifiuti”. Il 19 maggio presso la scuola Rodari-Arcobaleno i bambini nel corso della conferenza illustreranno i propri manufatti, intervisteranno gli esperti presenti e spiegheranno al pubblico l’importanza della corretta differenziazione, ma soprattutto saranno ancora attivi nell’indispensabile esperienza della condivisione. Acos Ambiente, sempre molto sensibile ai percorsi educativi e didattici che riguardano l’ambiente, ha stampato circa 1500 copie di “Un tesoro da … scoprire” inerente lo smaltimento corretto dei rifiuti ed svolto dagli alunni delle classi 1A A e 1A B con insegnanti, genitori e.. qualche nonno. Tutti gli alunni del Primo Circolo ne riceveranno una copia e le altre saranno distribuite durante la “Festa dell’acqua, dell’ambiente e della solidarietà’ 21 al 24 maggio 2009. Gli insegnanti sono certi che i bambini hanno compreso che ognuno di noi può veramente essere un cittadino attivo nella nostra città, anche smaltendo in modo corretto “ciò che apparentemente non ci serve più”.

MARINA REPETTO (Per la redazione dell’Inchiostrino)

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest