Le famiglie, fulcro del bilancio consuntivo del Comune

Le famiglie, fulcro del bilancio consuntivo del Comune

É un programma amministrativo, quello che martedì prossimo sarà sottoposto all’esame del consiglio comunale di Novi Ligure, che punta ad utilizzare i 350.000 euro di avanzo di amministrazione e a ottimizzare i 4,5 milioni di investimenti attraverso un programma che ruota intorno alle famiglie e allo sviluppo per creare posti di lavoro. Lo hanno annunciato mercoledì pomeriggio il sindaco Lorenzo Robbiano e gli assessori Ippolito Negro, Germano Marubbi, Guido Firpo, Gianni Malfettani e Alberto Mallarino nella conferenza stampa convocata per far conoscere gli aspetti principali che hanno caratterizzato l’esercizio finanziario dello scorso anno e illustrare il bilancio consuntivo del 2008. Gli amministratori comunali, ognuno per le proprie competenze, hanno sottolineato che, grazie all’utilizzo di una quota dell’avanzo di amministrazione 2007 sulle spese correnti, ci sono stati risparmi importanti su molte voci di costo e pertanto il consuntivo ha potuto essere chiuso con un sostanziale pareggio della gestione di competenza. Il sindaco e gli assessori ritengono si tratti di un risultato significativo, soprattutto perché è stato raggiunto nonostante i tagli ai trasferimenti statali che hanno superato i 400 mila euro. L’oculata gestione delle risorse pubbliche è stata indicata come lo strumento che permette di mantenere il livello dei servizi e di avviare nuovi interventi a sostegno di tutte le famiglie. Già nella seconda metà del 2008, infatti, è stata varata la revisione delle fasce di reddito per l’accesso alla mensa scolastica, che sta garantendo un risparmio certo a tutte le famiglie con figli in età scolare. Gli interventi a sostegno delle famiglie si sono ampliati con il bilancio di previsione 2009, attraverso l’aumento dei fondi a sostegno di chi non riesce a pagare l’affitto; ulteriori agevolazioni tariffarie (sia per la mensa che per gli asili nido) per chi ha perso il lavoro o si trovi in cassa integrazione. Per il secondo arino consecutivo, hanno sottolineato il sindaco Robbiano e gli assessori, nessun incremento della tassazione locale o delle tariffe dei servizi pubblici,Per contrastare gli effetti della crisi economica sul potere d’acquisto .delle famiglie di Novi e sul tessuto produttivo ed economico locale, sono stati parati altri interventi a sostégno delle nuove imprese: sul fondo speciale di 50 mila euro per favorire l’avvio di nuove aziende; la riduzione del 90% della Tarsu per le nuove imprese per tutto il 2010 ed il 2011. E ancora, riduzione del 10% dei prezzi delle aree per nuovi insediamenti produttivi nessun aumento degli oneri di urbanizzazione per nuovi interventi edilizi. Il sindaco ha altresì preannunciato che «parte degli utili Acos del 2009 ed ogni euro che si renderà disponibile nell’anno, saranno destinati al sostegno alle famiglie». Almeno al riguardo dell’esito delle elezioni ed al prosieguo del suo mandato di sindaco, l’ottimismo di Lorenzo Robbiano è lapalissiano. Luciano Asborno

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest