Le super bollette? Un equivoco, relative a 3 mensilita' e non a 2

Le super bollette? Un equivoco, relative a 3 mensilita’ e non a 2

«Non c’è stato alcun aumento del gas, ad eccezione dell’adeguamento Istat, come del resto avviene in tutte le aziende». Il presidente dell’Acos, Camillo Acri, risponde alle preoccupazioni espresse nei giorni scorsi da alcuni utenti, in particolare da Walter Delfini, promotore negli anni passati di un comitato contro l’aumento del prezzo del metano determinato da rincari, tassazioni e alcune voci in bolletta. Oggi fautore di un tavolo di discussione allargato, aperto su Facebook. Delfini definisce «iperboliche» le bollette (anche di 700 euro e oltre) ricevute dai cittadini-utenti Acos. «Credo sia necessario entrare nel merito della questione – specifica Acri – e fornire la corretta e adeguata informazione all’utente. Per prima cosa ci tengo a dire che nei 10 anni della mia presidenza, non ricordo di aver mai chiuso un rubinetto per problemi di mancato pagamento. Anzi, come Acos, siamo particolarmente sensibili ai problemi che in questo periodo storico stanno attraversando i cittadini a causa della crisi. Proprio per questo mi sono personalmente attivato, sollecitando l’adozione di pagamenti specifici e più leggeri. Forse l’equivoco è nato dall’interpretazione dell’ultima bolletta che gli utenti hanno ricevuto o stanno per ricevere e riguarda non due, ma tre mesi di fornitura del gas. Insieme ai responsabili dell’ufficio abbiamo pensato a questo punto di applicare per tutti la bolletta bimensile. Inoltre gli uffici sono disponibili a effettuare dilazioni sui pagamenti, ma questo viene specificato anche sulla bolletta dove è indicata l’attivazione di un numero verde». L’altro aspetto segnalato riguarda chiarimenti in merito a una presunta diminuzione del potere calorifico del gas metano che viene erogato da Acos. «Qui il discorso è diverso – specifica Acri – perché prima di fare simili illazioni, le persone dovrebbero munirsi di dati certi e non di ‘’sensazioni” e ‘’mormorii”. In tal caso è bene che chi dichiara certe cose se ne assuma le responsabilità. Capiamo la legittimità di chiedere e di informarsi, ma siamo a disposizione in sedi diverse da quelle dei giornali. Su questo punto mi pare palese che si insinui un ‘’alleggerimento” del metano con gas leggeri o con aria. Ne ho parlato con l’ingegnere responsabile e mi ha assicurato che non esiste alcuna manomissione anche perché sarebbe impossibile. Il metano, così come lo acquistiamo e ci arriva, esattamente lo distribuiamo». [G. FO.]

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest