Merella, la protesta dei residenti: "Scambiata per una discarica"

Merella, la protesta dei residenti: “Scambiata per una discarica”

NOVI LIGURE. Tre vecchi frigori­feri abbandonati nella piazzola anti­stante il circolo Anspi della Merella fanno subito capire che, in questa frazione, uno dei problemi maggiori è la raccolta rifiuti. I residenti che hanno partecipato, ieri pomeriggio, alla “giunta aperta” hanno solle­vato il problema. «Purtroppo que­sta zona dicono essendo un po’ isolata e di passaggio viene presa come una discarica pubblica. I cas­sonetti sono pochi e posizionati nei punti di maggior passaggio e così da Novi arrivano cittadini che ab­bandonano la loro immondizia ovunque qui da noi». Una delle strade più “frequentate” è quella dell’Imperatore come, per altro, già segnalato più volte da il Secolo XIX. Gli abitanti ieri hanno proposto agli amministratori di mettere dei cassonetti in ogni abi­tazione, come avviene in centro città. Il sindaco Robbiano ha accolto la proposta ma ha già puntualizzato che sarebbe una spesa cospicua pei il Comune. E poi ha detto: «Ho già chiamato io, appena sono arrivato qui al circolo, Acos Ambiente se­gnalando la presenza di questi fri­goriferi. Comunque rendo noto a tutti che il ritiro degli ingombranti da parte di Acos Ambiente avviene gratuitamente. Inoltre abbiamo anche assunto una figura professio­nale che girerà per la città e, quindi, anche alla Merella e sanzionerà chi non si comporta in modo corretto». Si parlato di Terzo valico: «Al mo­mento non ci sono novità sottoli­nea Robbiano il progetto definitive approvato prevede il passaggio dell’Alta Capacità nel Basso Pieve. Il progetto esecutivo non è stato an­cora presentato è credo passerà an­cora parecchio tempo prima che questa infrastruttura venga cantierata.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest