Molte perplessità al Lodolino sul nuovo sistema di raccolta rifiuti

Molte perplessità al Lodolino sul nuovo sistema di raccolta rifiuti

Non convince gli abitanti del quartiere Lodolino il nuovo sistema di raccolta delle immondizie. La prassi “porta a porta” prevede la consegna di bidoni differenti, a seconda delle varie categorie di rifiuti, che vengono svuotati a regolari intervalli di tempo. Questa è stata attivata, in primo luogo, nella zona periferica. ACOS Ambiente si propone ambiziosi obbiettivi. Tra gli altri, differenziare, entro la fine del 2008, almeno il 45% della quantità totale dei rifiuti che si producono. “Il servizio mi pare congegnato bene- afferma un abitante del quartiere, A.D., e continua- è puntuale, oltretutto. Unica nota di demerito è la dimensione dei bidoncini. Sono troppo piccoli. Mi pare pensato solo per rifiuti di piccole dimensioni”. “Finalmente, forse, si avrà la possibilità di fare qualcosa per tenere più pulita la città e per l’ambiente- dice M.A., e prosegue- Non si vedranno più quegli enormi sacchi dai bidoni che, vi rimanevano per troppo tempo, mandando, talvolta, pure odori veramente sgradevoli. Tutto però, è ancora una volta nelle mani dei cittadini. Per far funzionare il tutto serve il nostro piccolo, ma importantissimo, aiuto”. Alcuni invece, la pensano diversamente. “Secondo me non cambierà la situazione- confida E.R.- riguardo gli odori sgradevoli, invece di averli per strada, li avremo nei giardini o sotto casa. In particolar modo ce ne accorgeremo in estate. In definitiva non lo trovo un grande passo avanti. L’unico merito, forse, è che avvicinando il cassonetto, meno gente lascerà per strada i propri rifiuti. Altra questione che mi preme far notare, sono le troppo ridotte dimensioni dei bidoni”. La voce che circola in questi giorni, vuole che non siano ancora stati distribuiti i cassonetti a tutti gli abitanti. “Per quello che mi riguarda, e per quanto posso sentire in giro, è una voce fasulla dice ancora A.D. -a me e ai miei vicini è stato consegnato prontamente. Magari, se è accaduto, non è un fatto da condannare. Può succedere. Comunque basta chiamare il numero verde, e chiedere la consegna del detto”. “A me è successo- conferma L.G.- appena ho fatto notare la dimenticanza, però, me lo hanno consegnato prontamente”. Pochi confessano di non sapere esattamente la procedura. “Sinceramente non me ne sono ancora interessato, ma prometto di farlo”, simpaticamente afferma D.A. ACOS Ambiente, ha anche previsto vari incontri con i cittadini per ovviare ad eventuali dubbi in giorni differenti, secondo la zona. Pare che non abbiano avuto grande successo, dal momento che, sembrano essere stati altri i metodi di apprendimento delle procedure. “Per quanto mi riguarda, mi sono informata al numero verde, non avendo tempo per partecipare agli incontri” dice D.R. Altri, invece, dichiarano che il metodo più diffuso è stato il passaparola. Apprezzabile, nonostante questo, la disponibilità dell’associazione e la velocità nel rimediare ad eventuali dimenticanze. In conclusione, si può dire che il nuovo servizio è stato favorevolmente accolto dalla maggioranza degli abitanti del Lodolino, anche se non mancano dubbi e lamentele specialmente riguardo la dimensione dei “bidoncini”. Emanuele Linee

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest