Moncalvo a giudizio per diffamazione

Moncalvo a giudizio per diffamazione

La Procura di Alessandria ha emesso decreto di citazione in giudizio nei confronti di Gigi Moncalvo, a seguito delle que­rele per diffamazione presentate da Carnillo Acri, presidente dell’Acos, Mauro D’Ascenzi, amministratore delegato della stessa azienda, Andrea Vignoli, all’epoca direttore responsabile del sito Novionline e da Maurizio Billi direttore della banda musi­cale della Polizia di Stato, che ha trovato notorietà a Novi grazie al festival Marenco. Inoltre dovrà rispondere di offese alla reputa­zione dell’Acos. Al centro delle indagini della Procura alcuni articoli pubblicati sul sito internet www.lanoviche-vorrei.com di cui, secondo gli inquirenti, il responsabile era lo stesso Moncalvo, e che è stato chiuso subito dopo la conclusio­ne della campagna elettorale per – il rinnovo dell’amministrazione cittadina a cui il noto giornalista aveva partecipato quale candida­to sindaco. Moncalvo si difende affermando di non essere l’autore dei pezzi per cui sono scattate le querele e di non essere neppure il direttore responsabile, né il proprietario della rivista telematica. L’udienza, che si celebrerà nella sezione novese del Tribunale, è fissata per il 17 febbraio 2011.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest