Novi rifara' il depuratore

Novi rifara’ il depuratore

Novi Ligure

La 15^ edizione della Festa dell’acqua, dell’ambiente e della solidarietà promossa da Acos e Gestione ambiente, quest’anno aprirà le celebrazioni del 40° anniversario di costituzione del gruppo Acos che culmineranno con le iniziative del mese di settembre, tra le quali spicca e incuriosisce “Noviscienza” con idee ed eventi studiati dal festival della scienza di Genova, per stimolare l’interesse di qualsiasi fascia di età o livello di conoscenza verso le discipline scientifiche. La conferenza di presentazione della Festa dell’acqua, dell’ambiente e della solidarietà si è aperta con un curioso fuori programma, cioè la presenza di troppe auto all’interno del parco acquedotto di Bettole: il conducente di una di queste è stato pubblicamente invitato a spostarla perché ostruiva il passaggio del bus che aveva portato una scolaresca il visita al parco. È bello, ben tenuto, sarebbe interessante mantenerlo tale e magari senza troppe auto all’interno, in mezzo al verde, a pochi passi dalle vasche dell’acquedotto. Sarà un piacere per ospiti e non ospiti fare due passi nel verde, ricordando che questa città ha avuto il coraggio e la forza di vietare alle auto il parco Castello. La Festa dell’acqua con gli impianti del ciclo acqua aperti per le visite dei cittadini e delle scuole è in programma dal 25 al 27 maggio, con appendice il 9 giugno in piazza Dellepiane, dove in serata ci sarà il concerto spettacolo dell’associazione A-scolta l’Africa per il 40° compleanno dell’Acos. Le visite delle scolaresche agli impianti dell’acquedotto sono già i-niziate e lo stesso parco, in località Bettole ospita anche i corsi di educazione stradale per i bambini a cura della Polizia municipale. Alla presentazione sono intervenuti, tra gli altri, il sindaco Lorenzo Robbiano, il presidente di Acos Spa, Roberto Rossi, e l’amministratore delegato, nonché presidente di Ge-stione Acqua, Mauro D’Ascenzi. Quest’ultimo ha annunciato che la novità della Festa dell’acqua, dell’ambiente e della solidarietà sarà un convegno sul gas, previsto per il pomeriggio di venerdì 25 maggio e centrato sul tema “Le gare per il servizio di distribuzione del gas naturale: sfida e opportunità per enti locali e imprese”. A chi non è proprio addentro alle vicende della pubblica amministrazione novese, è opportuno ricordare che il gas e l’acqua fanno parte del business del gruppo Acos. Ognuno sostiene se stesso e chi credeva che la vendita del gas sia la vera forza di Acos è stato contraddetto dall’amministratore delegato Mauro D’Ascenzi, che ha elogiato la ristrutturata Gestione Acqua da lui presieduta. L’azienda sta investendo nel rifacimento delle fognature in via Abba e lo farà pure nel depuratore di Novi, che sarà completamente rinnovato in tre anni. A fine estate partiranno i lavori che comportano una spesa di 10.800.000 euro, dei quali 5,5 milioni investiti da Gestione Acqua e 5.800.000 euro di finanziamento scaturito dall’accordo Stato -Regione. E il depuratore di Cassano Spinola, quello che nell’inverno scorso non è stato più in grado di ricevere i reflui della Roquette Italia con conseguente riduzione della produzione dello stabilimento di Cassano Spinola? «È un problema economico – ha tuonato D’Ascenzi – perché le attuali leggi, anche a fronte dell’e-sito referendario, non consentono più a società come le nostre, economicamente sane ad accedere ai finanziamenti delle banche, prestiti che sono senz’altro in grado di restituire. Vedremo nei prossimi mesi come si evolverà la situazione». E magari “Noviscienza” di settembre porterà qualche suggerimento. Mica servirà soltanto a festeggiare i quarant’anni?

Luciano Asborno

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest