Noviscienza e... 'patamacchine'

Noviscienza e… ‘patamacchine’

Novi ligure.
Domenica scorsa, con l’intitolazione del parco acquedotto ad Armando Pagella e Bruno Bottazzi, sono iniziate le celebrazioni per il 40° di attività dell’Acos, festeggiamenti che da oggi propongono gli appuntamenti con “Noviscienza”, la serie di iniziative volute da amministratori e dirigenti dell’azienda multiservizi della quale il Comune detiene oltre il 60% delle quote azionarie, per «raccontare la scienza ed il futuro che ci a-spetta in modo interattivo e coinvolgente – dicono i promotori dell’iniziativa – e fornire alla popolazione un’occasione per apprendere divertendosi».Quest’occasione l’avranno anche i quattromila studenti che si sono iscritti a Noviscienza i quali, da oggi a sabato, al centro fieristico “Dolci terre di Novi”, avranno la possibilità di partecipare a laboratori specifici dedicati alle scuole elementari, medie e superiori come il gioco dell’oca ecologico, energia in bottiglia, Gas – Giochiamo agli scienziati, Acqua in bocca, indovina la sostenibilità e H2Oltre: quest’ultimo è un viaggio immaginario nel quale la molecola dell’acqua diventa grande protagonista con le sue proprietà chimico fisiche e le sue applicazioni tecnologiche di ieri, oggi e domani.Al museo dei campionissimi sono in mostra anche le ‘patamacchinè, anelli di congiunzione tra le invenzioni del passato e le loro fantasiose, possibili applicazioni. Alle 9, sempre al museo, è in programma la conferenza inaugurale del ciclo di appuntamenti con autorevoli relatori del mondo della scienza, che saranno proposti sino a sabato: interventi di Manuela Arata, presidente e fonda-trice del Festival della scienza e tecnology transfer del Cnr e di Telmo Pievani, professore associato di filosofia delle scienze presso l’università degli studi di Milano Bicocca e segretario del consiglio scientifico del Festival della scienza di Genova. Il tema dell’odierna conferenza è: “perché la scienza”.Domani,invece, conferenza sul tema “L’economia globale, il capitalismo delle reti, i risvolti locali”, che sarà moderata dal giornalista Nicola Nosengo, autore di pubblicazioni specialistiche e scrittore di alcuni volumi di alto valore scientifico. Relatore della conferenza di domani sarà Mauro D’Ascenzi, vice presidente delegato di Federutility e amministratore delegato di di Acos s.p.a. l’azienda fornitrice di servizi di Novi che celebra i primi 40 anni di attività.Le conferenze ed il programma di Noviscienza proseguiranno anche venerdì, sabato e domenica con un programma del quale forniremo i dettagli nell’edizione di dopodomani, venerdì. Il dovere di cronaca odierno è quello di riferire dell’intitolazione del parco acquedotto ad Armando Pagella (sindaco di Novi per 22 anni) e Bruno Bottazzi (primo presidente dell’Am.Gas, oggi Acos). La targa all’ingresso del parco è stata scoperta dal sindaco Lorenzo Robbiano, dal presidente dell’Acos, Roberto Rossi, dall’amministratore delegato Mauro D’Ascenzi, assistiti dai figli dei due compianti pubblici amministratori novesi. Dopo l’intitolazione c’è stato il concerto in trio acustico di Vittorio De Scalzi. La calda giornata di fine estate e le proposte del programma che prevedevano anche assaggi di gelato all’azoto e di farinata, hanno richiamato al parco Pagella e Bottazzi il pubblico delle grandi occasioni.

Luciano Asborno

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest