Perché è costoso rimanere piccoli?

Mauro D’Ascenzi

II fatto che sia proprio Novi Ligure ad ospitare il pros­simo 14 Marzo (presso il Museo del Ciclismo) un importante dibattito nazio­nale sul tema delle dimen­sioni ideali per le aziende di servizi pubblici locali, ha un alto valore simbolico. La zona di Novi ha un’im­portanza strategica nel panorama delle alleanze, sia tra le aziende del Nord Ovest, sia – più in generale – per tutte le aziende italia­ne che perseguono strategie industriali. Ho già avuto modo di in­tervenire in queste pagine, sugli allarmi-aumento delle bollette che dovrebbero gravare sui bilanci fami­liari. L’ultimo allarme è di qualche giorno fa e sembra, paradossalmente, che vi sia ancora chi stenta a coni- prendere le più semplici logiche economiche che sempre più frequente­mente ci si presenteranno. Tutte le aziende di servizi pubblici locali, sono quoti­dianamente compresse tra aumento dei costì e tetti tariffari. Non ci sono più margini economici, nem­meno per quelle aziende che operando nel settore energetico (tradizional­mente più remunerativo) potevano contare su mar­gini più ampi di movimento delle variabili economiche. Acqua, trasporto locale e rifiuti, hanno elevatissimi costì di gestione che spesso vengono solo marginal­mente coperti da biglietti e bollette. Per non parlare dei servizi a domanda in­dividuale (asili,, mense, assistenza anziani, scuole,, «ecc,.. ), Ormai anche i costì delle piccole ex-munici­palizzate, sono agganciati inesorabilmente alle grandi variabili multinazionali, come il petrolio e l’energia. Si sono erosi i margini eco­nomici che consentivano anche alle aziende di pic­cole e medie dimensioni dì effettuare gli investimenti infrastrutture, di accresce­re ogni anno la qualità del servizio, di sviluppare la managerialità, di margini di profitto da reinvestire. Di crescita, insomma. C’è in atto un paradosso: nel momento in cui il consumatore è diventato più consapevole ed esigente, nel momento in cui l’economia nazionale ristagna e c’è un contesto internazionale sempre più competitivo, le aziende non hanno più l’ossigeno necessario per pianifica­re le proprie strategie. In questi casi soltanto la condivisione di risorse ed un ripensamento su larga scala, possono garantire capacità dì risposta. Una . lotta alla polverizzazione delle aziende e rimificazione delle realtà esistenti, permette di incrementare l’efficienza, di aumentare le proprie dimensioni per competere sul mercato e i di abbattere dei eosti di esercizio. Ecco perché, Fondazione Amga, Confservizi Piemonte-Valle d’Aosta e Federutììity, hanno ritenuto opportuno studiare i numeri di questi valori e dare una dimensione a queste opinioni

L’Amministratore Delegato Acos S. p. A.
Presidente aggiunto

Tag:

Argomenti correlati

Noi siamo la Pernigotti

Novi Ligure, 30/11/2018   SABATO 1° Dicembre ci sarà la mobilitazione dei lavoratori dello...

Gestione Acqua: ingresso a Ovada, Cassano e Strevi

Link Articolo: http://www.alessandrianews.it/novi-ligure/gestione-acqua-ingresso-ovadacassano-strevi-154543.html Gestirà acquedotto, fognatura e depurazione delle acque. A Ovada prevista l’apertura di...

Parte oggi la Festa dell’Acqua dell’Acos

Link articolo: http://www.giornale7.it/parte-oggi-la-festadellacqua-dellacos/ Torna l’appuntamento della primavera la Festa dell’Acqua, dell’Ambiente e della Solidarietà,...

Un bivio per la Cavallerizza

Si potrebbe salvare sia l’edificio principale che il cosiddetto corpo nuovo ELIO DEFRANI, e.defrani@ilnovese.info...

Quote, altra bufera sull’Acos

Novi Ligure. Le dichiarazioni attribuite all’assessore al Bilancio, Germano Marubbi (non ricandidato), che ipotizzano...

«Stop agli sponsor fantasma»

ELIO DEFRANI – e.defrani@ilnovese.info L’Italia dei Valori vuole mettere la parola «fine» alle sponsorizzazioni...

Bergaglio ‘incoronata’

Novi Ligure. Come da consolidata consuetudine, anche quest’anno la pioggia ha disturbato la Festa...

Aquarium, c’è Reppetti

Novi Ligure. Paolo Reppetti, un pallavolista alla presidenza di Aquarium, la società della quale...

Acos punta sull’idroelettrico

D’Ascenzi: «Stiamo progettando come Gestione Acqua quattro centraline»Gino FortunatoIl Gruppo Acos punta tutto sul...

La lettera

Da qualche tempo “il novese” non brilla certo per la correttezza del proprio comportamento,...

Bollicine, prima fontana

È stata posizionata, nei giorni scorsi, davanti al Museo dei Campionissimi la prima delle...

Acri, e ora che fara’?

Nei giorni scorsi si è dimesso dal consiglio di amministrazione di Gestione Acqua Camillo...

Rifiuti, pioggia di multe

MARZIA PERSI, NOVI LIGURE. L’immondizia non piace a nessuno, nonostante ciò se ne producono...

Acos, non vendere

Dopo la vittoria dei sì ai referendum della settimana scorsa, la sinistra novese sale...

Comune, tempo di partenze

Il risultato dei referendum di domenica e lunedì “potrebbero portare a un risultato paradossale:...

I pipistrelli? Inutili

Nel consiglio comunale della settimana scorsa, dopo la discussione sul bilancio sono state prese...

La beffa del fotovoltaico

Marzia Persi. A chiusura della discussione del conto consuntivo in consiglio comunale, tenutosi la...

Pd sottopressione

Ore febbrili all’inizio di questa settimana tra i leader del Partito Democratico novese: lunedì...

Sceriffo, quanto lavoro

Novi ligure. Già fenomeno preoccu­pante negli anni precedenti, l’abbandono dei rifiuti sul ci­glio delle...

Novi Ascolta l’Africa

Novi Ligure. La manifestazione Ascolta l’Africa, in programma domani dalle 16 alle 24 in...

Comune incapace di incassare

MARZIA PERSI, NOVI LIGURE. Le casse comunali languono, anche perché la politica economico-fmanziaria generale...

Isole ecologiche fuorilegge

Amministratori locali in confusione sui rifiuti. La più recente normativa., un decreto ministeriale di...

Rifiuti raccolta potenziata

NOVI LIGURE. Verrà potenziata, dalla prossima settimana, la raccolta differenziata dei rifiuti. E infatti,...

L’Acos e il futuro

NOVI LIGURE- Quan­to costa non crescere: alle aziende che forniscono ser­vizi pubblici, ai comuni...

La discarica raddoppia

NOVI LIGURE. Torna alla ri­balta della cronaca la necessità ur­gente di ampliare la discarica...

Rifiuti, Novi è al 40%

La raccolta differenziata a Novi raggiunge il 40,38%. Per alcuni aspetti, il dato fornito...

Disagi col numero verde

NOVI LIGURE. Ha riaperto lo scorso mercoledì il punto informativo allestito da Acos Ambiente...

Rifiuti, ora si cambia

NOVI LIGURE – È partita dal quartiere Lodolino la nuova organizzazione della raccolta rifiuti...

Nasce l’Ato dei rifiuti

ALESSANDRIA Si è insediata, dopo la firma della Convenzione istitutiva, la Conferenza dell’Associazione di...

Raccolta rifiuti

Chi sarà il socio di «Acos Ambiente»? il servizio della raccolta dei rifiuti oggi...

Decreto del Governo

Un grado ed un’ora di riscaldamento In meno negli edifici pubblici e negli alloggi...

Notizie da Federutility

FEDERUTILITY Luce e gas, le aziende non investono di Giovanni Galli Meno investimenti per...
Alto