Progetti a sorpresa per due centrali lungo il Borbera

CABELLA LIGURE. Due progetti paralleli, in termini di problematiche e prospettive, depositate negli uffici Ambiente e Territorio della Provincia. Due centrali idroelettriche per la produzione di energia, una a Fabbrica durone e una in vai Borbera, al confine di due comuni, Rocchetta Ligure e Cabella Ligure. Liberi dal dilemma “eolico” – progetto ormai tramontato – i tenitori dell’alta val Borbera si ritrovano oggetto di interesse per lo sfruttamento dell’acqua. Una ditta privata, la Prodena Srl, su progettazione della Novi Counsult, ha infatti attivato l’iter per il “Via”, Valu-tazione di impatto ambientale. Cittadini ed enti interessati hanno trenta giorni di tempo per prendere visione. Si tratta di un impianto da 10 milioni di kw annui prodotti, in grado di soddisfare il fabbisogno di almeno 5 mila famiglie. Due turbine, posizionate lungo il torrente Borbera, sfrutterebbero la potenza dell’acqua su due briglie già esistenti. «Un impatto ambientale minimo -, assicurano i progettisti – con una riduzione di agenti inquinanti pari a 7 mila tonnellate di anidride carbonica se gli stessi kw fossero prodotti con sistemi tradizionali». La procedura, in ogni caso, è appena stata avviata e, anche qualora la valutazione di impatto ambientale producesse esiti positivi, la realizzazione dell’impianto dovrebbe comunque essere sottoposta ad un conferenza dei servizi. Anche il solo progetto preliminare non ha però mancato di suscitare qualche perplessità. Intanto per come è stato affrontato. I sindaci dei comuni interessati,infatti, avrebbero solo avuto un contatto informale con la ditta promotrice. Giorgio Storace, primo cittadino di Rocchetta, precisa infatti che «al momento non esiste alcun progetto, alcuna delibera di giunta o consiglio, né alcun preliminare circa la notizia in questione, che rappresenta un’iniziativa privata della ditta richiedente, senza l’avvallo dell’amministrazione di Rocchetta Ligure». Un’affermazione che suona già come una bocciatura. La preoccupazione degli ambientalisti e degli amministratori non è infatti l’impatto sul territorio che creerebbero le due turbine, quanto, piuttosto, la condotta che rischia di compromettere il deflusso minimo vitale, un indice dello stato di salute dei fiumi. In tema di sfruttamento delle acque dei torrenti, sia in val Curone che in val Borbera, si sta muovendo da tempo anche Amias, società a capitale pubblico che opera nel settore: «Riteniamo che progetti a macchia di leopardo non rappresentino una soluzione» dice il vicepresidente Manuel Elleboro. Allo studio c’è, infatti, un progetto di micro invasi «capaci di risolvere criticità garantendo la compatibilità ambientale». Ogni intervento sottolineano all’Amias, dovrebbe comunque essere concordato e pianificato con gli enti preposti alla programmazione del territorio, comuni e comunità montane. IRENE NAVARO

Tag:

Argomenti correlati

Noi siamo la Pernigotti

Novi Ligure, 30/11/2018   SABATO 1° Dicembre ci sarà la mobilitazione dei lavoratori dello...

Gestione Acqua: ingresso a Ovada, Cassano e Strevi

Link Articolo: http://www.alessandrianews.it/novi-ligure/gestione-acqua-ingresso-ovadacassano-strevi-154543.html Gestirà acquedotto, fognatura e depurazione delle acque. A Ovada prevista l’apertura di...

Parte oggi la Festa dell’Acqua dell’Acos

Link articolo: http://www.giornale7.it/parte-oggi-la-festadellacqua-dellacos/ Torna l’appuntamento della primavera la Festa dell’Acqua, dell’Ambiente e della Solidarietà,...

Un bivio per la Cavallerizza

Si potrebbe salvare sia l’edificio principale che il cosiddetto corpo nuovo ELIO DEFRANI, e.defrani@ilnovese.info...

Quote, altra bufera sull’Acos

Novi Ligure. Le dichiarazioni attribuite all’assessore al Bilancio, Germano Marubbi (non ricandidato), che ipotizzano...

«Stop agli sponsor fantasma»

ELIO DEFRANI – e.defrani@ilnovese.info L’Italia dei Valori vuole mettere la parola «fine» alle sponsorizzazioni...

Bergaglio ‘incoronata’

Novi Ligure. Come da consolidata consuetudine, anche quest’anno la pioggia ha disturbato la Festa...

Aquarium, c’è Reppetti

Novi Ligure. Paolo Reppetti, un pallavolista alla presidenza di Aquarium, la società della quale...

Acos punta sull’idroelettrico

D’Ascenzi: «Stiamo progettando come Gestione Acqua quattro centraline»Gino FortunatoIl Gruppo Acos punta tutto sul...

La lettera

Da qualche tempo “il novese” non brilla certo per la correttezza del proprio comportamento,...

Bollicine, prima fontana

È stata posizionata, nei giorni scorsi, davanti al Museo dei Campionissimi la prima delle...

Acri, e ora che fara’?

Nei giorni scorsi si è dimesso dal consiglio di amministrazione di Gestione Acqua Camillo...

Rifiuti, pioggia di multe

MARZIA PERSI, NOVI LIGURE. L’immondizia non piace a nessuno, nonostante ciò se ne producono...

Acos, non vendere

Dopo la vittoria dei sì ai referendum della settimana scorsa, la sinistra novese sale...

Comune, tempo di partenze

Il risultato dei referendum di domenica e lunedì “potrebbero portare a un risultato paradossale:...

I pipistrelli? Inutili

Nel consiglio comunale della settimana scorsa, dopo la discussione sul bilancio sono state prese...

La beffa del fotovoltaico

Marzia Persi. A chiusura della discussione del conto consuntivo in consiglio comunale, tenutosi la...

Pd sottopressione

Ore febbrili all’inizio di questa settimana tra i leader del Partito Democratico novese: lunedì...

Sceriffo, quanto lavoro

Novi ligure. Già fenomeno preoccu­pante negli anni precedenti, l’abbandono dei rifiuti sul ci­glio delle...

Novi Ascolta l’Africa

Novi Ligure. La manifestazione Ascolta l’Africa, in programma domani dalle 16 alle 24 in...

Comune incapace di incassare

MARZIA PERSI, NOVI LIGURE. Le casse comunali languono, anche perché la politica economico-fmanziaria generale...

Isole ecologiche fuorilegge

Amministratori locali in confusione sui rifiuti. La più recente normativa., un decreto ministeriale di...

Rifiuti raccolta potenziata

NOVI LIGURE. Verrà potenziata, dalla prossima settimana, la raccolta differenziata dei rifiuti. E infatti,...

L’Acos e il futuro

NOVI LIGURE- Quan­to costa non crescere: alle aziende che forniscono ser­vizi pubblici, ai comuni...

La discarica raddoppia

NOVI LIGURE. Torna alla ri­balta della cronaca la necessità ur­gente di ampliare la discarica...

Rifiuti, Novi è al 40%

La raccolta differenziata a Novi raggiunge il 40,38%. Per alcuni aspetti, il dato fornito...

Disagi col numero verde

NOVI LIGURE. Ha riaperto lo scorso mercoledì il punto informativo allestito da Acos Ambiente...

Rifiuti, ora si cambia

NOVI LIGURE – È partita dal quartiere Lodolino la nuova organizzazione della raccolta rifiuti...

Nasce l’Ato dei rifiuti

ALESSANDRIA Si è insediata, dopo la firma della Convenzione istitutiva, la Conferenza dell’Associazione di...

Raccolta rifiuti

Chi sarà il socio di «Acos Ambiente»? il servizio della raccolta dei rifiuti oggi...

Decreto del Governo

Un grado ed un’ora di riscaldamento In meno negli edifici pubblici e negli alloggi...

Notizie da Federutility

FEDERUTILITY Luce e gas, le aziende non investono di Giovanni Galli Meno investimenti per...
Alto