Quasi dimezzati i rifiuti prodotti da ogni novese

Quasi dimezzati i rifiuti prodotti da ogni novese

GINO FORTUNATO, NOVI LIGURE. «È scesa a poco più di 700 grammi giornalieri, la produzione di rifiuti pro capite dei novesi – dice il presidente di Acos Ambiente, Gianni Coscia -. A gennaio del 2007 la media era di 1, 2 chili». Si tratta di un dato significativo che si avvicina alla quota da raggiungere, secondo le direttive della Regione. Intanto dal 29 gennaio si avvierà la raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta anche nel centro storico. Sarebbe però più corretto dire che tale raccolta prosegue, sulla scia delle differenziate del vetro e del cartone, avviate lo scorso anno nella stessa zona. Per illustrare le modalità di conferimento, Acos Ambiente ha organizzato 2 incontri pubblici: il 28 gennaio nella sala conferenze della biblioteca alle 21 e mercoledì 30 alla Casa del giovane in via Gagliuffi. Saranno illustrate tutte le nuove modalità di conferimento agli abitanti e ai commercianti. «Abbiamo intenzione di completare il disegno della raccolta differenziata comprendendo il centro storico -dice Coscia -. Spiegheremo con quali modalità sarà fatta, sia per l’organico che per l’indifferenziato e le varie frazioni. Per la carta e il vetro si sta già facendo da alcuni mesi con buoni risultati, anche se sicuramente dovrà migliorare. Agli incontri pubblici seguirà un’altra iniziativa che coinvolgerà il nostro personale e la polizia municipale. Già dai prossimi giorni alcuni tecnici si recheranno in ciascuna attività commerciale insieme a un vigile urbano, per affrontare il problema del conferimento degli imballaggi e del vetro, al fine di ampliare il circuito rivolto al riciclaggio». Per esempio i bar saranno dotati di un contenitore nel quale si dovrà mettere il vetro per poi conferirlo con facilità all’apposito mezzo che passerà a ritirarlo. Per quanto concerne il cartone, principalmente derivante dagli scatolo-ni, saranno spiegate le procedure per ridurne il volume prima di conferirlo. «Gli incontri serviranno soprattutto ad ascoltare ed eventualmente recepire, i suggerimenti che ci forniranno i cittadini e gli esercenti in base alle varie esigenze, al fine di ottimizzare la raccolta differenziata». Il ritiro degli imballaggi, ad esempio, potrà avvenire alla chiusura pomeridiana o serale degli esercizi, mentre la raccolta porta a porta avverrà 3 volte alla settimana. Chi lo desidera, può già prenotare il servizio di ritiro degli ingombranti chiamando il numero verde 80005312, al quale potranno rivolgersi tutti i cittadini che non abbiano ancora ritirato i contenitori per ciascuna frazione di scarto.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest