Renzo Robbiano scala il vertice Acos Ambiente

Renzo Robbiano scala il vertice Acos Ambiente

L’azienda in questione è una società mista tra pubblico e privato nata ormai alcuni anni fa. Lorenzo Robbiano, ex sindaco di Novi, da oggi è presidente di Acos Ambiente, società che fa parte di Gestione Ambiente. Acos Ambiente, si ricorderà, è stata la prima società del “ramo” rifiuti nata in seno a Acos spa ormai alcuni anni fa. Poi nel corso del tempo ci sono stati degli ampliamenti e delle modifiche che hanno portato alla costituzione di Gestione Ambiente che attualmente gestisce la raccolta differenziata in città e in altri Comuni del circondario. «Il settore è assolutamente strategico – sottolinea Robbiano – e lo sarà anche nei prossimi anni. Nel corso del tempo la quantità di rifiuti raccolti è aumentata e la differenziata ha raggiunto livelli importanti ma, ovviamente, la strada è ancora lunga». Prossimamente Robbiano dovrà occuparsi della riorganizzazione del servizio che comprende anche lo spazzamento strade. «Sarà necessaria una continua opera di sensibilizzazione -prosegue Robbiano – per i cittadini non solo dal punto di vista comportamentale ma anche dal punto di vista culturale. Il rifiuto deve essere concepito come “materia seconda”, quindi una risorsa che va reinvestita nella vita di tutti i giorni». La trasformazione del rifiuto è fondamentale e la creazione del biodigestore ne è la prova. «Grazie al conferimento dell’organico in modo corretto da parte dei cittadini, attraverso il biodigestore si crea energia». L’anno prossimo scadranno gli affidamenti del servizio che sono stati assegnati nove anni fa «quindi ci saranno delle gare e per quella data è necessario – spiega Robbiano – attrezzare l’azienda affinché possa par-teciparvi. L’ente che gestirà la gara sarà il Csr (Consorzio servizio rifiuti). Acos Ambiente è una società mista pubblico-privato. Per la parte pubblica credo sarebbe auspicabile pensare a ri-condurre il ciclo dei rifiuti a un unico gestore». Per Lorenzo Robbiano ci sono i margini per migliorare i servizi offerti ma accorre lavorare sodo e con determinazione per poter conti-nuare a essere sul mercato in maniera competitiva. Prima di diventare sindaco (lo è stato per dieci anni, dal 2004 al 2014), Lorenzo Robbiano è stato assessore dal 1990 al 2004 e consigliere comunale dal 1985 al 1990. Altro capitolo è quello relativo al Csr, il consorzio che da tempo è “nel limbo”, perché finito nelle maglie di una complicata legislazione nazionale e che attualmente è senza un vero e proprio presidente, dopo la rinuncia di Guido Trespioli nel 2012 e la scomparsa di Oreste Soro avvenuta a giugno di quest’anno. (M.P.)

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest