Rete idrica groviera con spreco d'acqua

Rete idrica groviera con spreco d’acqua

«A Novi abbiamo un buon 30% di perdita sulla distribuzione di acqua potabile, secondo una statistica eseguita da tecnici. Quando va bene». Lo sostiene Federico Tuo, capogruppo consiliare del Pdl, che insieme ai colleghi Diego Accili e Gianni Piazzale, ha presentato un’interpellanza che sarà discussa in Consiglio. Dice Tuo «La presenza di perdite dalle tubature è una fonte di spreco che non può essere unicamente compensato mediante nuovi prelievi dalle sorgenti e dai corsi d’acqua. Inoltre le infiltrazioni di acqua nel terreno dovute alle perdite dalle tubature sono causa di deterioramento di beni immobili, pubblici e privati». Secondo Piazzale, «l’acqua parte da una percentuale del 100% e durante la distribuzione arriva al 60- 65%, perché i tubi viaggiano nella terra e sono vecchi». I consiglieri chiedono se esista un piano di monitoraggio Acos per prevenire inquinamenti dell’acqua per il deterioramento delle tubazioni. E il timore è che si ripeta un caso analogo a quello di alcuni giorni fa in via Baiardi, quando per la vetustà delle fognature, cedettero circa 8 metri di carreggiata. Acos sostiene che la situazione è monitorata con analisi continue e controlli, ma non ci sarebbero rischi particolari, oltre alla normale perdita ritenuta «fisiologica», di tutti gli acquedotti. [G. FO.]

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest