Rifiuti, ora si cambia

Rifiuti, ora si cambia

NOVI LIGURE – È partita dal quartiere Lodolino la nuova organizzazione della raccolta rifiuti in città. Lunedì scorso l’assessore comunale all’Ecologia, Alberto Mallarino, il presidente di Acos Ambiente, Gianni Coscia, il presidente del Consorzio smaltimento rifiuti, Oreste Soro, affiancati dai tecnici Fonassi e Daolio, hanno svolto il ruolo di relatori nell’assemblea pubblica convocata per informare la popolazione sulla nuova organizzazione della raccolta rifiuti a Novi che partirà proprio dal quartiere Lodolino e poi, in altre 5 tappe, si estenderà in tutta la città. Non più di trenta le persone presenti, tra le quali il consigliere comunale Gabriele Del Sorbo e l’affluenza all’informazione non ha certo entusiasmato i responsabili della raccolta rifiuti in città ed in particolare l’assessore comunale Alberto Mallarino: «Mi aspettavo un’affluenza superiore, ma questo non ci deve condizionare perché siamo convinti che il progetto sia valido e ci basteranno pochi mesi per convincere tutta la cittadinanza». In base a quali parametri di valutazione siete giunti a queste considerazioni? «Ai risultati ottenuti dalle città di dimensioni simili a Novi che già adottano questa organizzazione e da Pasturana, paese vicino a noi, che in un solo mese ha fatto salire la quantità di raccolta differenziata dei rifiuti dal 20% al 60%».La novità emersa nell’assemblea pubblica svolta al quartiere Lodolino è che le famiglie di Novi verranno dotate del sottolavello, un contenitore di 7 litri dove raccogliere i rifiuti organici che sostituirà il bidoncino verde in uso da anni. Il raccoglitore più grande è stato adottato per favorire la differenziazione dell’organico.Con il sottolavello i novesi andranno a depositare i loro rifiuti organici nei bidoni di raccolta che saranno posizionati in quantità necessaria in prossimità dei singoli insediamenti abitativi, siano essi palazzi o case singole. La distribuzione dei sottolavello ed il posizionamento dei nuovi contenitori per la raccolta differenziata dei rifiuti sono già iniziati al quartiere Lodolino. Successivamente verrà fatta la stessa procedura nella restante parte della città, divisa in 6 aree. Dopo il quartiere Lodolino toccherà alla zona di Novi compresa tra viale della Rimembranza e via Verdi. All’assemblea pubblica di lunedì scorso, giova ricordarlo visto la scarsa affluenza di cittadini, Alberto Mallarino e gli altri amministratori pubblici con responsabilità nella raccolta rifiuti, hanno annunciato che gli incaricati di Acos ambiente passeranno casa per casa a distribuire i sottolavelli. In caso di assenza ripasseranno una seconda volta ed alla terza lasceranno l’avviso e le indicazioni dove ritirare il contenitore. Per ulteriori informazioni gli interessati possono rivolgersi ad Acos ambiente anche attraverso il numero verde 800 085312. Luciano Asborn

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest