Rifiuti, scatta il giro di vite sulla raccolta differenziata

Rifiuti, scatta il giro di vite sulla raccolta differenziata

MARZIA PERSI, NOVI LIGURE.

Vetro, carta,cartone e plastica sono le frazioni di rifiuto su cui si concentrerà, in città, il controllo da parte di Gestione Ambiente. La società in seno ad Acos spa che si occupa della raccolta rifiuti a Novi.«Abbiamo riscontrato alcune criticità sul conferimento di queste tipologie di rifiuto – spiegano a Gestione Ambiente – e così, in accordo con il Comune e il Csr (Consorzio servizio rifiuti) daremo vita, già, nelle prossime settimane, a un lavoro puntuale affinché si risolvano tali problemi». In particolare è stato verificato che, molto spesso, nelle utenze non domestiche, quindi commerciali e artigianali, si trovino nei cassonetti adibiti per la raccolta del vetro altro materiale, così anche nella frazione verde. «Nel caso del vetro -continuano a Gestione Ambiente – si procederà ad una verifica per internalizzare i contenitori dal momento che oggi la maggior parte dei cassonetti è su strada. Nel caso in cui ciò non fosse possibile, i contenitori verranno sostituiti con altri dotati di chiusura con lucchetto. Per quanto concerne la frazione verde attraverso il Consorzio Formula Ambiente che effettivamente svolge il servizio del ritiro del verde sul territorio comunale, si svuoteranno esclusivamente i contenitori esposti e un massimo di 2 fascine a fianco degli stessi». A partire dall’autunno saranno modificate le aperture delle “campane” adibite alla raccolta di carta, cartone e di plastica posizionate nel concentrico in particolare in corso Piave e in corso Marenco.«Ab-biamo preso in esame otto postazioni – sottolineano i responsabili di Gestione Ambiente – particolarmente esposte a frequenti scarichi e abbandoni, i cassonetti non si apriranno più a “libro” bensì saranno presenti delle fessure attraverso le quali introdurre le bottiglie di plastica e la carta».Per quanto riguarda il centro storico dove è attivo il “porta a porta” l’addetto al controllo provvederà ad effettuare una serie di ricognizioni sui contenitori. Apporrà dei bollini che a seconda del tipo di conferimento saranno di colore differente: verde per il conferimento corretto, giallo per quello da migliorare e rosso per quello scorretto). Sono inoltre partiti i controlli nelle aree periferiche, in particolare in strada Villalvernia (frazione Merella), nei pressi della ditta Gambarotta a Serravalle e all’altezza dei vecchi bunker della frazione Monterotondo dove «sono stati segnalati ripetutamente dai residenti abbandoni anche di rifiuti ingombranti».

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest