Rivista storica digitale? I cittadini non ci stanno

Rivista storica digitale? I cittadini non ci stanno

Novi Ligure

Un’iniziativa di Acos energia, che ha finanziato il blog della rivista della Società storica del Novese, una pubblicazione digitale consultatole online di oltre 20mila pagine, è al centro di polemiche in città: la popolazione è infatti arrabbiata per l’annunciato aumento delle aliquote Irpef e vorrebbe che il Comune utilizzasse gli utili di Acos (della quale detiene il 67 per cento delle quote) e delle sue società satellite per sanare il Bilancio e rispettare i Patti territoriali, anziché disperderli in i-dee pur lodevoli, ma da molti ritenute superflue in questo periodo. Nell’era della digitalizzazione, dove contenuti e notizie vengono sempre di più prodotti, fruiti e ricercati in rete, ‘Novinostra onlinè rappresenta comunque per la Società storica del novese un’importante piattaforma di divulgazione, che amplificala diffusione del patrimonio culturale raccolto dai soci in tanti anni di dedizione e scrupoloso lavoro. Ma non sarà solo una vetrina digitale, perché “Novinostra online rappresenta anche un importante strumento per la conservazione dì un patrimonio che col tempo rischia di andare perduto. Digitalizzando parte dei contenuti prodotti grazie al lavoro di esimi frequentatori di archivi civili, ecclesiastici e privati, tali documenti potranno essere resi fruibili e consulta-bili più facilmente ovunque, in Italia e nel mondo, contribuendo ad arricchire e tramandare la conoscenza della cultura locale. Il blog nasce grazie al contributo di Acos Energia, la società del Gruppo Acos dedicata alla vendita del gas metano, che lo ospita sulla sua piattaforma online. La rivista cartacea Novinostra è pubblicata dal 1960 e gode dell’ottima considerazione delle autorità accademiche, che l’hanno definita una delle migliori riviste storiche, perché consente di conoscere le vicende passate con obiettività giusta per esaltare la ‘novesità’.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest