Scorretto l'acquisto della cascina Alessandrina

Scorretto l’acquisto della cascina Alessandrina

«Dovremo viaggiare insieme verso il ciclo integrato dei rifiuti – sostiene il sindaco di Tortona, Massimo Berutti -. La prossima riunione con Novi avrà l’obiettivo di fissare un calendario di incontri anche con gli altri Comuni facenti parte del Csr. Dopodiché si attuerà una strategia sul miglior strumento per gestire in un’unica soluzione il ciclo integrato». Prosegue Berutti. «A suo tempo posi obiezioni sulla costruzione del biodigestore a Novi, poiché a Tortona esiste già un concessionario (Ladurner; ndr) che per 25 anni gestirà la piattaforma dei fanghi. Ma a quel punto, però, la gara di Srt partì e la costruzione fu affidata in estate. La mia polemica era solo finalizzata a valutare se investire denaro pubblico in un impianto o far intervenire un privato esperto». Per l’acquisto della cascina Alessandrina di Novi, che doveva diventare sede di Acos Ambiente ma poi tutto saltò lasciando Srt col classico «cerino acceso», Berutti ha giudicato l’operazione non corretta: «Srt – dice – per colpa di qualcuno si è indebitata. Vorrà dire che la società sarà inglobata da Gestione Ambiente che si porterà così in dote la cascina acquistata».[G. FO.]

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest