Si profila l'ipotesi di un contenzioso - Bellasera: "Tempi di consegna a rischio"

Si profila l’ipotesi di un contenzioso – Bellasera: “Tempi di consegna a rischio”

NOVI LIGURE. Pesanti ritardi che rischiano di compromettere l’avanzamento dei lavori e di allungare i tempi di consegna degli impianti, che potrebbero così slittare al 2008. Ad andare verso questo scenario sono le sorti della realizzazione del centro benessere della piscina coperta di Novi Ligure, affidate all’impresa costruttrice Buffarello. Sembrerebbe dunque profilarsi una rottura insanabile tra la società Aquarium Spa che ha in gestione l’impianto novese e la ditta Buffarello, a sua volta socio di Aquarium e incaricata dell’attuazione degli interventi di realizzazione di un grande centro fitness, una palestra con sauna e altre attività sportive all’interno della struttura di via fratelli Rossetti. Una decisione cui si era giunti lo scorso anno con l’approvazione del progetto, dopo animate discussioni, da parte del Consiglio comunale. Un segnale in tal senso sembra essere arrivato lunedì scorso dall’incontro tra t componenti del consiglio di amministrazione di Aquarium e appare sempre più difficile il tentativo di ricucire i rapporti tra l’azienda municipalizzata è l’impresa .costruttrice, che avrebbe dovuto consegnare la struttura completa entro settembre, “I lavori sono momentaneamente sospesi- commenta il presidente della Aquarium Spa Gianni Bellasera – C’è il rischio che non vengano aspettate le tempistiche previste dal progetto. La prossima settimana avvieremo una serie di riunioni del Cda per cercare di trovare una soluzione al problema, ma non possiamo escludere l’ipotesi che si apra un contenzioso con la ditta Buffarello per rivalerci del danno subito, qualora i lavori non vengano completati entro settembre”. Un blocco dei lavori che incombe su Aquarium Spa come un macigno: se infatti dovesse essere bandita una nuova gara d’appalto per l’assegnazione dei lavori ad un’altra impresa costruttrice, i tempi di costruzione si allungherebbero ulteriormente, con la conseguenza dell’impossibilità di aprire il centro fitness al pubblico prima del prossimo inverno. Intanto Forza Italia è tornata a esprimersi in merito, contestando la mancanza di trasparenza dell’operazione e chiedendo risposte circa le eventuali sanzioni o esborsi che potrebbero pendere sui cittadini novesi, oltre che su Aquarium. V.G.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest