Strategie per gestire i rifiuti

Strategie per gestire i rifiuti

NOVI LIGURE – Obiettivo puniate sui rifiuti, sullo stato dei servizi di raccolta, Ira risultati e prospettive, domani mattina nel­la sala consiliare del palazzo municipale di Novi dove, per iniziativa del Consorzio smal­timento rifiuti presieduto da Oreste Soro e del Comune di Novi, è convocala un’assemblea pub­blica al fine di comunicare i risultati raggiunti nell’area novese a seguito della modifica dei servizi di raccolta. Mentre i responsabili della so­cietà di raccolta e trattamento dei rifiuti solidi urbani spiegano co­me evolve la loro attività, negli ambienti politici di Novi in que­sti giorni si parla mollo della sostituzione di un componente del consiglio di amministrazione nominato dal Comune di Novi nella Srt perché Michele Sangiovanni ha preso il posto di Marco Malpassi. Nessuna comunicazione ufficiale al momen­to, per quella che è la terza modifica dei componenti del consiglio di amministrazione della Srt, che avviene a soli tre mesi dalle elezioni amministra­tive che precederanno la nomina dei consigli di amministrazione degli enti di secondo grado, Srt compresa. Dopo le elezioni del 2004, il consiglio di amministrazione è stato composto con Alessandro Scaccheri (presidente con com­penso lordo mensile di 2.200 euro); Vincenzo Robbiano (vice presidente con compenso di 1.323 euro) e dai consiglieri Renzo Cesare Ravera, Osvaldo Repetti, Maurizio Caligari», Vittorio Moro e Marco Mal-passi ai quali spettava un com­penso mensile lordo di 882 eu­ro. All’inizio del 2008, in seguito alla finanziaria 2007 del governo Prodi che sollecitava la ridu­zione dei componenti dei consigli di amministrazione degli enti, sono usciti dal cda della Srt Osvaldo Repelli, Maurizio Caligaris, Vittorio Moro ed è en­trata Silvana Fornataro. Da selle a cinque. L’ultimo cambio nel consiglio di amministrazione nella società presieduta da Alessandro Scaccheri è arrivato nelle scorse set­timane con il passaggio di con­segne tra Marco Malpassi e Mi­chele Sangiovanni. Quest’ulti­mo, appena subentrato, è persona molto conosciuta a Novi perché è il dipendente del Co­mune di Novi che nel 2004 è stato eletto consigliere comu­nale. Per poter esercitare il man­dalo degli elettori, per tre anni è rimasto in aspettativa dal lavoro e fatto l’ amministratore. E’ rientrato in servizio nel 2008 di­mettendosi da consigliere comunale, ruolo nel quale è stato sostituito da Francesco Moro, anche lui eletto nella lista di Rifondazione comunista. Ora Michele Sangiovanni torna in scena come amministratore di una società partecipata dal Co­mune di Novi. Nella riunione pubblica di domani, convocata per comunicare i risultati rag­giunti nella raccolta a Novi e dintorni, verrà proiettato e com­mentalo il filmato “Costruisci un futuro migliore…ogni giorno” ed attivare un lavoro di confronto sulle attività da intraprendere nel prossimo futuro al fine di dif­fondere tra le nuove generazioni una consapevolezza crescente alle tematiche ambientali. L’in­vito è stato esteso ai sindaci, a dirigenti scolastici, docenti, pre­sidenti e componenti dei consigli d’istituto, ed ai responsabili di Acos ambiente e Srt spa

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest