Tirocini per diventare bravi artigiani: c'è il bando

Tirocini per diventare bravi artigiani: c’è il bando

Novi Ligure

Sono aperte, e possono essere presentate sino alle 12 del 5 luglio, le iscrizioni ai tirocini formativi per apprendere un lavoro artigianale, previste dal ‘Programma botteghe’, che Italia Lavoro sta realizzando per conto del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali per promuovere e valorizzare il lavoro artigianale e l’apprendistato. Quello che sta per iniziare è il secondo ciclo e segue a un anno di distanza la prima esperienza del genere, proposta e svolta lo scorso anno.Il progetto prevede che all’interno di ogni ‘Bottega’, costituita da un aggregato di otto aziende, si svolgano tirocini suddivisi in tre cicli della durata di sei mesi ciascuno, ai quali partecipano dieci ragazzi alla volta. Il tirocinio consiste in almeno 30 ore lavorative settimanali e viene retribuito con 500 euro mensili. Per partecipare ai tirocini finalizzati a valorizzare il lavoro artigianale, bisogna presentare la do-manda di iscrizione a Italia Lavoro unicamente attraverso il sistema informatico raggiungibile all’indirizzo www.italialavoro.it/amva. Per l’autocandidatura occorre inviare un curriculum in formato europeo, la fotocopia di un documento d’identità o permesso di soggiorno e la dichiarazione rilasciata dal Centro per l’impiego inerente lo stato di disoccupazione. Due sono i progetti di bottega nel territorio novese, entrambi nel campo dell’impiantistica. Il primo è ‘Mani intelligenti’, di cui fanno parte le aziende Acosì, (capofila del raggruppamento), Di Pasquale Rocco, Bianchi costruzioni, Ti & At, Giacobbe Valter Impianti, Lolaico Impianti, Sada 2, Colori e Decori e la Rael Elettromeccanica. Il progetto Thor’, invece, comprende le aziende Elektrolmpianti di Quargnento (capofila), C&S di Alessandria, Carino Impianti di Arquata Scrivia, Icep di Basaluzzo, Eps di Stazzano, Garaventa Marco di Novi, le impianti di Ovada, Igetech di Stazzano e Lai Impianti di Vignole Borbera.
Per ulteriori informazioni gli interessati possono rivolgersi presso il Centro per l’impiego di Novi Ligure (via Oneto, 29 – telefono 0143 2374) al Punto giovani (corso Piave 51 – telefono 0143 322503) o al ForAl (via Carducci 6 -telefono 0143 75323). È stato attivato anche il bando “Giovani, lavoro e territorio” per premiare progetti innovativi proposti da giovani che abbiano intrapreso un’attività di lavoro autonomo o imprenditoriale da almeno un anno. Il bando è rivolto a: imprese individuali di giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni; società di persone composte per almeno il 60% da soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni d’età (la percentuale è determinata tenendo conto della quota di partecipazione nell’attività). Il bando è “a sportello”, quindi le domande possono essere presentate sino ad esaurimento delle disponibilità finanziarie. I progetti dovranno essere ultimati entro il 31 dicembre 2013. Copie dei bandi e i modelli per la domanda sono disponibili presso lo Sportello del cittadino, il Punto giovani del Comune di Novi e nei siti dei comuni di Novi Ligure, Arquata Scrivia, Basaluzzo, Pozzolo Formigaro e Serravalle Scrivia.

LA.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest