Torna la Festa dell'acqua all'Acos

Torna la Festa dell’acqua all’Acos

Quattro giorni fra incontri, convegni, musica, ballo e soprattutto solidarietà. E’ stato presentato il programma della tradizionale «Festa dell’acqua, dell’ambiente e della solidarietà», a cura di Acos Gestione Acqua che si tiene annualmente a Novi nella sede dell’acquedotto in località Bettole, in strada Cassano. La manifestazione primaverile, nata 14 anni fa per aderire alla rassegna nazionale di Federutility, «Impianti aperti», si è trasformata nel corso del tempo in un appuntamento che richiama migliaia di visitatori. La festa si svolge dal 20 al 22 maggio e il 4 giugno. In programma mostre, giochi, gare sportive, stand, esibizioni musicali e visite agli impianti, con il coinvolgimento delle associazioni di volontariato e sportive del bacino Acos. Il via il 20 maggio dalle 9 alle 16,30 con i convegni «Acqua e scuole» e «Acqua e solidarietà», mentre il giorno successivo, dalle 9 alle 18,30, pesca alla trota, aperta a tutti con attrezzature proprie. La pesca è riservata fino alle 11 ai ragazzi fino a 16 anni, poi potranno parteciparvi tutti, purché si rispetti il tetto massimo di 10 catture a testa. Alle 9,30 si terrà l’incontro «Gli uccelli della Valle Scrivia, l’inanellamento scientifico», quindi il pranzo con farinata e dalle 16, la pedalata ecologica nella Frascheta. Il clou della manifestazione sarà il 22 maggio con i giochi sportivi e il ballo, tra cui il torneo di minivolley dedicato all’Unità d’Italia. Gli stand illustreranno l’opera delle associazioni di volontariato. Presenti le postazioni del Cicap (il comitato per le affermazioni sul paranormale), di alcune scuole ed università, di Provincia, Acos e Comuni. Infine il 4 giugno in piazza Dellepiane, dalle 16 «Ascolta l’Africa» con mostra fotografica e animazione per bambini. Alla sera «Novignon», festa in musica con ritmi, cori e danze africane. [G. FO.]

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest