Un volume per esaltare il valore dei simboli identitari della città

Un volume per esaltare il valore dei simboli identitari della città

I simboli come risorsa di una comunità. Come descrizione ed indirizzo per i cittadini. Come certezza di sicuro ancoraggio, punto di appoggio per tempi complicati e confusi. È questa l’essenza di cui respirano le pagine del libro “La Municipalità di Novi nei suoi simboli” presentato presso il gremito Salone di Rappresentanza del Palazzo Municipale. Il volume, edito dal Comune di Novi, è il frutto di una accurata ricerca storica e documentale sui simboli laici della città, come lo stemma, il gonfalone, le sedi comunali, il Castello e il Teatro Marenco. L’opera è stata presentata, tra gli altri, da due ospiti d’eccezione, da Lorenzo Massobrio, Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Torino, e da Luca Ubaldeschi, Vice Direttore de “La Stampa”. II volume contiene varie notizie e curiosità, tra cui la traduzione dal latino all’italiano della Convenzione del 1135 stipulata con Genova, il primo documento ufficiale che attesta la piena struttura comunale novese. L’opera inoltre è corredata da numerose immagini e fotografie, alcune inedite, come le testimonianze cartografiche della città provenienti dall’Archivio di Stato di Genova. Le ricerche, la realizzazione dei testi e rimpaginazione sono state curate direttamente dal personale comunale. E tra gli sponsor dell’iniziativa editoriale figura il Gruppo Acos. Il libro è stampato in quadricromia ed è composto da 162 pagine. Una curiosità riguarda il carattere di stampa usato, vale a dire il Bodoni disegnato da Giovanni Battista Bodoni, incisore e tipografo di Saluzzo vissuto tra la fine del’ 700 e l’inizio del 1800. Per la prima volta, con questo volume, in una pubblicazione del Comune di Novi è stato stampato un codice QR che può essere letto tramite telefono cellulare o smartphone. Attraverso il codice è possibile leggere un estratto del libro in lingua inglese. Il volume infine è dotato di codice ISBN usato intemazionalmente per la clas-sificazione dei libri, (e. m.)

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest