Partita dal Lodolino la raccolta dei rifiuti porta a porta

E’ partita, un po’ in sordina, ma è partita. La nuova raccolta differenziata dei rifiuti ha preso il via con l’installazione, in alcune zone della città, di nuovi cassonetti per la raccolta della frazione verde, di carta e cartone e del vetro. «Siamo partiti dal quartiere Lodolino – spiega Giovanni Coscia, presidente di Acos Ambiente, la società che gestisce il servizio – e poco a poco li stiamo inserendo in tutta la città». Prima di installare le nuove batterie di contenitori capienti Acos Ambiente avvisa qualche giorno prima i cittadini e, poi, una volta posizionato il cassonetto viene rilasciato un avviso sul quale è riportato il giorno e l’ora del ritiro del verde. Domani i dirigenti di Acos Ambiente incontreranno gli amministratori condominiali per spiegare come avverrà il ritiro degli sfalci e dell’erba «Entro fine febbraio vogliamo essere pronti per partire con la differenziata “porta a porta” in tutta Novi- continua Coscia- così anche nei paesi limitrofi dove gestiamo il servizio» Naturalmente nei prossimi giorni partirà anche la campagna di informazione per i cittadini. «La prossima settimana – puntualizza Coscia – verranno affissi dei manifesti molto grandi in diversi punti della città che pubblicizzeranno l’avvio del servizio e, poi, organizzeremo incontri pubblici così da spiegare come avverrà il nuovo sistema di raccolta». Oltre alle nuove batterie di e cassonetti che vanno a sostituire quelli vecchi solo, però, per quanto riguarda la raccolta di vetro, verde, carta e cartone, saranno consegnati a domicilio a tutti i capofamiglia novesi due bidoncini con relativi sacchetti di carta: uno per l’organico, l’altro per l’indifferenziato. Per i condomini, poi, oltre ai bidoncini assegnati ad ogni famiglia sono previsti bidoni più grandi con portata massima di 1.100 litri dove verranno conferiti i rifiuti. «il ritiro della spazzatura – prosegue Coscia- avverrà due volte alla settimana nei mesi invernali e tre volte in estate. Inoltre verranno individuate delle isole dove il cittadino potrà conferire lìberamente». Le isole saranno custodite e personale addetto indicherà all’utente dove lasciare i rifiuti. Saranno aperte anche il sabato e la domenica. Prima di partire con la nuova raccolta Acos Ambiente ha effettuato un censimento delle 12 mila famiglie novesi, successivamente questi dati sono stati incrociati con gli anagrafici e con quelli relativi all’ici così da avere un quadro completo della città. Acos spa ha avuto incarico di gestire il servizio raccolta rifiuti nel novese il 1 luglio dello scorso anno da parte del Consorzio Servizio Rifiuti che ha diviso il territorio di sua competenza (116 Comuni) in tre macroaree dopo di che ha designato le aziende a partecipazione pubblica pronte ad affrontare il nuovo impegno nei tre centri zona ovvero Novi, Ovada, Tortona.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest