Festa Acos, ora tocca ad Ascolta l'Africa

Festa Acos, ora tocca ad Ascolta l’Africa

Il parco “Pagella e Bot­tazzi” di Bettole di Novi og­gi, giovedì 2 giugno, dalle 9 alle 18 si trasformerà in un grande palazzetto a cielo aperto per ospitare il Tor­neo dell’acqua di pallavolo. Si disputeranno partite di 6 contro 6 fra ragazzi e ra­gazze under 16 e under 11. Saranno presenti 24 squa­dre provenienti da tutta la Provincia. La Festa dell’ac­qua, dell’Ambiente e della Solidarietà, promossa da Acos spa e Gestione Acqua spa, accanto a questo ap­puntamento sportivo ripro­pone, poi: sabato 4 giugno, in piazza Dellepiane, “Ascolta l’Africa”, organiz­zata dai volontari della par­rocchia di San Pietro. Dalle 16 fino a sera il cuore della città sarà protagonista con tanti intrattenimenti per grandi e piccini. Alle 18 sfi­leranno per il centro “Le veterane sulle strade dei vi­ni” XXVI rievocazione “Gran Prix Bordino”, cura­ta dall’associazione cultura­le “Novinterzapagina”. Alle 19,30 si reciterà la preghiera interreligiosa della pace. Alle 21 dopo una esibizione di danza, si potrà ascoltare la testimonianza di don Fa­bien, originario di Muray in Burundi. A seguire lo spettacolo The Milf one di De­bora Villa e il concerto Ja­ma Trio – Country blues. “Il nostro impegno nei con­fronti del villaggio di Mu­ray in Burundi – dicono i volontari di Ascolta l’Africa – continua incessantemen­te. Quest’anno, come è av­venuto anche nel 2015, non andremo in Burundi perché la situazione politica è al­quanto turbolenta e potreb­be essere pericolosa. Il ri­cavato della festa servirà ad allestire il terzo contai­ner di aiuti da inviare agli amici di Muray”. Dal 16 al · 19 giugno, tornerà, poi, in città -“Liberamente”, una quattro giorni dedicata all’associazionismo del vo­lontariato e dello sport. A dare il via alla kermesse, organizzata da Libera, sarà don Luigi Ciotti, don Ciotti, fondatore di Libera, che da oltre venti anni combatte tutte le mafie sarà a Novi, giovedì 16 giugno, alle 16,30 nella sede degli alpi­ni (zona stadio) dove si svolgerà la festa. «Siamo particolarmente lieti – dice Giorgio Bergaglio di Libe­ra – che don Ciotti inter­venga alla nostra iniziati­va, giunta al suo secondo anno di vita». (M.P.)

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest