Il consuntivo 2013 dell'Acos passa all'esame dei soci

Il consuntivo 2013 dell’Acos passa all’esame dei soci

Novi Ligure.

È il giorno dell’approvazione dei bilanci, quello odierno, per le aziende partecipate dal Comune di Novi. Oltre al Cit, è convocata l’assemblea dei soci, con all’ordine del giorno l’approvazione del Bilancio 2013 anche all’Acos, la società multiservizi che ha il suo core business nella distribuzione del gas metano. All’assemblea, convocata per le 16, parteciperà anche Rocchino Muliere, sindaco di Novi Ligure, comune che è il maggiore azionista dell’Acos. Sul tavolo pure il rinnovo delle cariche, ma ieri circolava con insistenza la voce di uno slittamento di questo espletamento amministrativo per concedere al nuovo primo cittadino il tempo necessario per analizzare la situazione e decidere chi indicare per le cariche amministrative dell’Acos, società per azioni attualmente presieduta da Roberto Rossi e con Mauro D’Ascenzi nel ruolo di amministratore delegato. Gli altri componenti del consiglio di amministrazione sono Paolo Reppetti (vice presidente), Antonio Andreotti, Renato Staiti, Alessio Butti (indicato dal Comune di Arquata Scrivia) ed Eros Morandi. Il gruppo guidato dalla holding industriale Acos Spa detiene il 75 per cento del capitale di Acos Energia (società presieduta da Riccardo Angelini), il 100 per cento del capitale di Acosì Sri (presieduta da Riccardo Daglio) e Acos Reti Gas Sri, il 70 per cento di Acos Ambiente Sri (la presiede Giovanni Coscia) e il 92,54 per cento di Aquarium Ss Dpa (presidente Paolo Reppetti) oltre al 58,41 per cento di Gestione Acqua Spa, il cui presidente è Mauro D’Ascenzi, amministratore delegato della capofila Acos Spa.LA.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest